Giovedì 19 Luglio 2018
Si complica la nascita della coalizione anti Argiroffi. Oggi serie di incontri


Roccalumera, Sicilia Vera sceglie Lombardo sindaco: Santisi in bilico, il no di Stracuzzi

di Andrea Rifatto | 08/04/2018 | POLITICA

1121 Lettori unici

Lombardo, Carnemolla e Santisi

Il patto della colomba è durato una settimana. La candidatura a sindaco di Francesco Santisi a capo della coalizione unitaria da contrapporre all’uscente Gaetano Argiroffi, che aveva ricevuto il via libera alla vigilia da Pasqua dall’onorevole Cateno De Luca in vista dell’imminente tesseramento dello stesso Santisi nel movimento del deputato regionale, non è più certa. A metterla in dubbio sono gli stessi componenti di Sicilia Vera, che ieri durante l’assemblea del comitato cittadino, alla presenza dei rappresentanti locali e del coordinatore federale Danilo Lo Giudice, a seguito di votazione interna hanno individuato come candidato sindaco Pippo Lombardo. “A lui, Pippo Campagna e Franco Vito – è stato messo nero su bianco in una nota diffusa in tarda serata – è stato affidato il compito di avviare il dialogo con le altre componenti politiche cittadine alternative all’attuale amministrazione, nella definizione di sintesi programmatica da sottoporre alla cittadinanza in occasione delle prossime elezioni amministrative”. “Noi vogliamo essere inclusivi – ha detto Lombardo – nel coinvolgere tutte le componenti sane e attive della nostra comunità che possono avviare un percorso di rilancio serio e costruttivo. Desidero ringraziare l’assemblea per avermi dato l’onore di poter essere il candidato sindaco da sottoporre al confronto con gli altri gruppi alternativi all’attuale governo cittadino, con la consapevolezza che l’unica priorità che dobbiamo sempre tenere a mente è il bene della collettività. Oggi è importante costruire un’alternativa unitaria, perché questo è quello che ci chiede la gente e sono certo che riusciremo insieme a costruire una compagine che possa garantire il rilancio della nostra comunità”. Danilo Lo Giudice ha aggiunto come Sicilia Vera abbia “un dialogo aperto con Santisi e Stracuzzi per fare un percorso comune, ovviamente anche gli altri proporranno dei nomi e si cercherà di trovare la sintesi insieme. In questa settimana ci siamo anche incontrati e comunque è emersa la volontà di un percorso comune di tutti e tre i gruppi”.

Una mossa che ha spiazzato sia i componenti del gruppo “Per Roccalumera”, che fa riferimento a Santisi, che “Gener@zione 2.0” guidato da Carmelo Stracuzzi, che dopo la rottura di Pasqua avevano riallacciato il dialogo. Nei giorni era stata infatti raggiunta un'intesa, in cui era previsto che la lista con a capo Santisi, il cui tesseramento in Sicilia Vera era dato ormai per imminente ma è rimasto un mistero, non avrebbe avuto il simbolo del movimento di De Luca né connotazione politica, presentandosi agli elettori come uno schieramento civico. Lo stesso parlamentare di Fiumedinisi non avrebbe dovuto tenere comizi in campagna elettorale, lasciando magari spazio a Lo Giudice. Condizioni accettate dal gruppo Stracuzzi, che dopo la "colomba indigesta" aveva dato l’assenso alla candidatura a sindaco di Francesco Santisi.

Non era però stato messo in conto l’arrivo di Lombardo. Il suo ingresso nella coalizione non è gradito a Gener@zione 2.0”, che ha posto il veto per rimanere nella squadra, e la sua candidatura a sindaco non è ben vista anche da alcuni componenti di “Per Roccalumera”, che sarebbero pronti a rimanere fuori. All’interno di Sicilia Vera, poi, si registra una situazione anomala che interesserebbe Pippo Campagna, che nonostante figuri tra coloro che si stanno muovendo per dare vita all’alternativa ad Argiroffi, almeno fino a pochi giorni fa veniva considerato da più parti come sostenitore di una candidata della lista del sindaco uscente. Questa mattina il gruppo “Per Roccalumera” si è riunito per valutare il da farsi, anche se la linea seguita è quella di confermare la candidatura di Santisi rendendosi comunque disponibili a discutere democraticamente con le altre forse. Oggi pomeriggio si terrà un incontro allargato alle tre compagini della costituenda coalizione, per provare a trovare la tanto auspicata “sintesi”. Il gruppo Stracuzzi (rappresentato da Luigi Carnemolla in attesa del rientro a Roccalumera del suo leader, previsto per domani) ribadirà la propria contrarietà alla presenza di Pippo Lombardo nello schieramento e sembrerebbe pronto a rimanere fuori da giochi. Nel frattempo, a 35 giorni dalla presentazione delle liste, i cittadini continuano ad attendere di conoscere chi sarà il candidato sindaco a Roccalumera oltre Argiroffi, che approfittando dell’incertezza degli avversari si sta portando avanti nella ricerca del consenso.

Più informazioni: amministrative 2018 roccalumera  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.