Mercoledì 23 Agosto 2017
Il sindaco Gaetano Argiroffi soddisfatto dell'azione di risanamento finanziario


Roccalumera, ridotte le imposte comunali: "Pagati i debiti, si volta pagina"

di Redazione | 30/03/2017 | POLITICA

799 Lettori unici

La Giunta comunale di Roccalumera

La Giunta comunale di Roccalumera, con tre atti deliberativi, ha approvato la riduzione di un punto percentuale dell’aliquota Imu per il 2017, del 10% dell’aliquota per il pagamento della tariffa del servizio idrico e ha ridotto la tassa sulla luce votiva cimiteriale, passata da 15 a 10 euro l’anno. “Siamo particolarmente orgogliosi di detta riduzione fiscale – ha dichiarato il sindaco Gaetano Argiroffi a nome dell'Amministrazione – perché avviene dopo quattro anni spesi per risanare le casse comunali, zavorrate di 6 milioni di debiti, ereditati dal passato. Come avevamo promesso, estinta ogni morosità pendente sull’Ente comunale, abbiamo ridotto le tasse. Roccalumera adesso torna a essere una delle comunità più solari del panorama jonico. Siamo tutti consapevoli della crisi che attanaglia le famiglie, che travalica i confini locali. E proprio per questo il risultato odierno – evidenzia il primo cittadino – ha del miracoloso, in quanto siamo riusciti nell’impresa di estinguere ogni criticità finanziaria, malgrado lo stato di crisi imperante. E di questo il merito va ascritto prima di tutto ai cittadini, per la pazienza mostrata nella tolleranza di qualche asperità fiscale, agli assessori e ai consiglieri comunali, per la collaborazione e l’impegno profusi, non da ultimo ai dirigenti e al segretario comunale e a tutti gli impiegati, per le competenze messe in atto”

In dettaglio le aliquote Imu per il 2017 saranno 6 per mille per le abitazioni principali, 9,6 per mille aliquota base, 7,6 per mille terreni agricoli, 8 per mille per immobili in affito, 6 per mille per immobili per anziani o disabili residenti in strutture sanitarie, 4 per mille per immobili di soggetti passivi Ires.

Per il servizio idrico, la tariffa verrà calcolata con una riduzione di 10 centesimi di euro al metro cubo e l'eliminazione del minimo impegnato di 60 metri cubi per i non residenti, con la conseguente fatturazione del consumo effettivo per singola utenza. Per uso domestico gli utenti pagheranno 0,30 €/mc per un consumo fino a 100 mc e 0,40 €/mc oltre 100 mc. Per uso domestico non residente si pagheranno 0,60 €/mc. Per le utenze diverse a uso domestico la tariffa è di 0,60 €/mc. La quota fissa per i residenti è di 15 euro, che sale a 30 per non residenti e altre utenze. Il canone fognatura, calcolato sul consumo effettivo, è di 0,1129 €/mc, quello per la depurazione di 0,3138 €/mc. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.