Lunedì 16 Luglio 2018
Giungono ancora segnalazioni di disagi da parte dei residenti della frazione


Roccalumera, carenze di acqua ad Allume: la minoranza "interroga" il sindaco

08/07/2018 | POLITICA

426 Lettori unici

Acqua torbida nelle case di Allume

“Da parecchi mesi vi è di carenza di acqua nella frazione Allume e in particolare nella parte alta (via San Michele) in cui se ne rileva, in alcune giornate, la totale mancanza”. A segnalare nuovamente disagi per gli abitanti della frazione di Roccalumera è il gruppo consiliare di minoranza “Insieme per il futuro”, che ieri ha presentato un’interrogazione al sindaco Gaetano Argiroffi e all’assessore alla Manutenzione Elio Cisca per avere risposte sui motivi che causano tali criticità, mostrando come il prezioso liquido spesso non arrivi alle utenze oppure fuoriesca torbido dai rubinetti. “Il 27 aprile con una nota indirizzata al sindaco e all’assessore sono stati chiesti chiarimenti in merito alla grave problematica e nel contempo il ricorso a provvedimenti tempestivi per garantire l’efficienza del servizio di fornitura idrica ma a tutt’oggi non è stato dato riscontro – ricordano i consiglieri Rita Corrini, Tiziana Maggio, Ivan Cremente e Antonino Scarci – e persistono le segnalazioni da parte dei cittadini di Allume riguardo la carenza d’acqua, problematica che il Comune non è ancora riuscito a risolvere e che potrebbe essere causa anche di problemi igienico-sanitari per le famiglie che abitano in quella zona”. L’opposizione rileva come in passato la questione veniva risolta, anche se temporaneamente, con l’ausilio della fornitura di acqua dell’Eaz e/o Alcantara e/o aumentando il flusso già in essere. Adesso, ritenuto “che è urgente fare chiarezza sulla situazione rappresentata e sulla modalità di utilizzo dell’acqua da fonti esterne (Eas e/o Alcantara), da quando eventualmente è in atto tale utilizzo e la gradualità del flusso idrico utilizzato, soprattutto in occasione delle segnalazioni di carenza di acqua e che non è assolutamente ammissibile che,  al giorno d’oggi, le abitazioni rimangano prive di fornitura idrica”, interrogano il sindaco per sapere “le modalità di utilizzo dell’acqua da fonti esterne (Eas, Alcantara) e se è in atto e da quando tale utilizzo; la gradualità del flusso utilizzato in occasione delle segnalazioni di carenza d’acqua e le motivazioni che hanno impedito l’efficienza del servizio di fornitura idrica nella parte alta di Allume”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.