Mercoledì 18 Ottobre 2017
Dubbi della minoranza sulla regolarità degli atti. Presentata un'interrogazione


Nizza, project financing per l’illuminazione: "Fare chiarezza sui costi per i cittadini"

di Redazione | 18/07/2017 | POLITICA

1414 Lettori unici

Il gruppo di minoranza consiliare

Fare chiarezza sulla proposta per la concessione dei lavori di adeguamento e riqualificazione con lo scopo del risparmio energetico manutentivo e gestione in concessione della rete di pubblica illuminazione di Nizza di Sicilia tramite project financing. Lo chiedono i consiglieri del gruppo di minoranza “RinnoviAmo Nizza”, che hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta al sindaco Piero Briguglio, al presidente del Consiglio comunale Carmelo Miceli e al capogruppo di maggioranza Alessandro Interdonato. I consiglieri Giovanni Vega, Carlo Gregorio, Nella Foscolo e Rosita Naclì hanno esaminato una delibera della Giunta comunale dello scorso 30 maggio con la quale è stata approvata una proposta con studio di fattibilità per l’adeguamento e gestione delle pubblica illuminazione cittadina con la procedura del project financing, rilevando come l’atto presenti “molteplici irregolarità, di natura formale e sostanziale”. “Il project financing – ricorda la minoranza nizzarda – consiste nel finanziamento di un progetto in grado di generare, nella fase di gestione, flussi di cassa sufficienti a rimborsare il debito contratto, per la sua realizzazione e remunerare il capitale a rischio e la tipologia di contratto ha, per suo indefettibile presupposto,  la condizione che l’opera venga realizzata integralmente con capitali privati, limitando la eventuale contribuzione pubblica ad importi non significativi non superiore alla metà del valore dell’opera”.

Secondo Vega, Gregorio, Foscolo e Naclì, invece, “così come strutturata l’operazione pensata per Nizza si configura come investimento pubblico ed indebitamente rilevante ai fini della contabilizzazione in bilancio e del rispetto degli equilibri di finanza pubblica, tale da determinare un grave pregiudizio  economico-finanziario, in capo alla  intera collettività”. RinnoviAmo Nizza chiede quindi all’Amministrazione comunale “quale sia l’impatto della operazione in esame, sul bilancio comunale e sugli equilibri di finanza pubblica, alla luce del pareggio di bilancio, introdotto dalla legge finanziaria per il 2016; se l’ intervento rispetta le regole in materia di investimenti previste dalla c.d. armonizzazione contabile, i cui principi prevedono sostanzialmente l’obbligo della copertura finanziaria (specifici capitoli di spesa), a prescindere dagli esercizi finanziari in cui vengono realizzati”. L’argomento verrà affrontato oggi alle ore 18.30 in Consiglio comunale. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.