Mercoledì 23 Agosto 2017
L'ex assessore, defenestrata nel 2015, lancia il suo progetto. Bucceri rifiuta l'accordo


Letojanni, Daniela Fileti si candida a sindaco: "Serve una nuova politica, basta inciuci"

di Andrea Rifatto | 08/04/2017 | POLITICA

2185 Lettori unici

Daniela Fileti

“Sarà il mio ultimo atto di generosità politica nei confronti del paese: poi, com'è giusto che sia, saranno altri a continuare il percorso da me intrapreso ormai da 15 anni”. L’ex assessore Daniela Fileti torna sulla scena politica di Letojanni e annuncia la sua candidatura a sindaco alle elezioni comunali dell’11 giugno, spiegando in una nota le ragioni che l’hanno portata a fare questo passo. “Le consultazioni amministrative sono ormai alle porte ma in paese, in assenza di una progettualità politico-amministrativa chiara e di adeguati punti di riferimento, si registra un clima di imbarazzante confusione e di incertezza che, unito ad un malessere diffuso, non fa che alimentare un distacco sempre più crescente tra cittadini ed Istituzioni” – esordisce nel documento politico diramato nel pomeriggio. Consigliere comunale, assessore e in passato segretario del circolo del Partito democratico di Letojanni, partito all’interno del quale ha ricoperto incarichi anche a livello nazionale e regionale, ha deciso di puntare alla sindacatura per rivendicare il lavoro svolto da assessore e chiedere ai letojannesi il giusto riconoscimento per l’impegno profuso verso il paese. “Tanti non hanno ancora compreso perché sono stata estromessa dall’Amministrazione - precisa al nostro giornale - ricevo continui attestati di stima e ritengo di essere la persona giusta per ricoprire il ruolo di sindaco, per dare a Letojanni un’alternativa all’attuale primo cittadino e ai nomi che girano in queste settimane, come quello di Marilena Bucceri, la cui candidatura a mio avviso non può essere incisiva, visto che già cinque anni fa è stata battuta da Costa”. Tra Fileti e Bucceri, nei giorni scorsi, vi è stato un faccia a faccia per provare a trovare un accordo: “Le ho proposto un’alleanza per le elezioni di quest’anno, chiedendole di sostenermi a sindaco per poi prendere il mio posto tra cinque anni. Ma non ha voluto accettare. Io comunque sono convinta che la mia sia la decisione giusta, perché un domani nessuno potrà dire che non ho fatto nulla per cercare di cambiare le cose: dovevo e me lo dovevo per quello che ho subito. La mia – precisa Daniela Fileti – non vuole essere comunque una terza lista: nelle prossime settimane vedrò se il progetto politico che sto lanciando riceverà adesioni. Poi valuteremo il da farsi, ma vogliamo dare risposte a quei cittadini che ci dicono che non andranno a votare perchè non vedono un’alternativa all’attuale governo cittadino”.

"Siamo convinti che Letojanni abbia bisogno di una Politica diversa, nuova. Quale? – prosegue la nota –. Certamente non quella clientelare ammalata di consenso che mortifica selvaggiamente entusiasmi ed energie e svilisce il sogno di futuro di una comunità. Certamente non quella arrogante e oscurantista che si rifugia nei ‘tavoli separati’ dei capi bastone di turno, rischiando essa stessa di diventare ondivaga ed ‘ostaggio di ricatti o peggio di voraci appetiti’. Certamente non quella degli ‘inciuci’ di cui il paese non ha bisogno. Certamente non quella autoritaria di chi, con un atto monocratico immotivato e, pertanto fine a se stesso, revoca l'incarico ad un assessore, già consigliere eletto dal popolo di Letojanni”. Riferimento, quest’ultimo, al suo defenestramento dalla Giunta sancito dal sindaco Alessandro Costa il 4 giugno 2015, una ferita ancora aperta. “Per chi scrive e per chi, nel recente passato ha avuto ruoli istituzionali di governo cittadino e di impegno civile, la Politica non è questa!” – aggiunge.

La Politica ha bisogno di altro: serietà e competenza, idealità e passione,  convincimenti forti e lealtà, impegno, generosità! Ed è in virtù di quest'ultima caratteristica che, insieme al gruppo politico locale a me vicino, intendo offrire, ancora una volta, un’opportunità alla comunità di Letojanni, guidando un progetto politico-amministrativo condiviso e di discontinuità, che dia fiato propulsivo ad una Politica di qualità che sia anche di svolta culturale per il nostro paese! Vogliamo risolvere le annose e gravose criticità ambientali del nostro contesto territoriale – spiega Daniela Fileti – svilupparne le enormi potenzialità turistiche e culturali, creare nuove e diversificate opportunità di lavoro,  migliorare la coesione sociale e la relazione tra gli individui. Cultura+civismo+onestà=progresso civile ed economico”.

Ho ancora tante cose da dire e da fare, ho 56 anni. C'è però una stagione per ogni cosa – prosegue l’ex assessore. Sarà il mio ultimo atto di generosità politica nei confronti del paese. Poi, com'è giusto che sia, saranno altri a continuare  il percorso da me intrapreso ormai da 15 anni. Un iter politico (fra alterne  vicende), fatto di  ascolto, passione, impegno dentro il Palazzo municipale e sul territorio che mi ha consentito di conoscere ed  approfondire i vari aspetti dell'azione politico-amministrativa”. Il cambiamento è possibile e se i cittadini di Letojanni intenderanno condividere ed incoraggiare questa idea di futuro per i prossimi cinque anni, possiamo ripartire, tutti insieme! Gli incontri ed i contatti avuti in questi giorni con donne, uomini e giovani mi fanno sperare – conclude Fileti – e dire che potrebbe essere così. Deve essere così! Non possiamo consegnare il nostro paese né al sindaco pro-tempore ‘dalle cento verità’, spesso una diversa dall'altra e, in questi giorni, dai ‘cento inciuci’, né ai voltagabbana di turno, né ai profittatori. Letojanni merita di più”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.