Lunedì 20 Febbraio 2017
Giovedì aveva rimesso le deleghe dopo due anni crisi politica nella maggioranza


Furci, si è dimesso l’assessore Niosi: “Progetto politico al capolinea”

di Redazione | 28/12/2016 | POLITICA

577 Lettori unici

L'ex assessore Alessandro Niosi

La decisione era nell’aria da alcuni giorni e oggi è arrivata l’ufficialità. Alessandro Niosi si è dimesso questa mattina da assessore del comune di Furci Siculo. Giovedì scorso aveva rimesso le deleghe (Arredo urbano e Verde pubblico, Viabilità, Pubblica Istruzione, Cultura, Protezione civile, Vigilanza, Polizia municipale e Sport) nelle mani del sindaco Sebastiano Foti, preludio all’addio comunicato con una lettera indirizzata oggi al primo cittadino. Niosi aveva chiesto chiarezza all’interno della compagine politica di maggioranza dopo le dichiarazioni di Foti in merito al fatto che assessori e consiglieri fossero a conoscenza della sua decisione di denunciare alle forze dell’ordine la vicenda dell’assenteismo dei dipendenti comunali. Parole a cui aveva fatto seguito una lettera firmata dai consiglieri comunali di maggioranza, che sconfessavano il primo cittadino. Una situazione di crisi che ha portato oggi Niosi a rimettere l’incarico in quanto “credo che si sia giunti al capolinea di una esperienza politica che non può più fornire un contributo esaustivo per la crescita del paese”.

La lettera di dimissioni inviata al sindaco Sebastiano Foti
Egr. sig. Sindaco, grato per la fiducia che mi ha concesso conferendomi la prestigiosa nomina di Assessore di questo Comune, devo con mio grande rammarico rimettere nelle Sue mani la mia delega assessoriale, in quanto credo che si sia giunti al capolinea di una esperienza politica che non può più fornire un contributo esaustivo per la crescita del paese. Da almeno due anni a questa parte infatti, forti segnali di un naufragio collettivo hanno disgregato a poco a poco un progetto politico che aveva ben altri propositi e si strutturava su una base di principi solidi ed obiettivi lungimiranti. Stiamo vivendo purtroppo sulla nostra pelle e sulla pelle dei furcesi una fase politica che sta svilendo una intera comunità. Il mio non è un gesto di abbandono irresponsabile bensì un’amara presa di coscienza di una realtà ormai di palese disagio che è solo l’apice di un percorso contrassegnato da rivendicazioni e crisi politiche che il gruppo non è stato in grado di gestire con serenità. Personalmente in questi anni ho cercato sempre di tenermi lontano dai “tumulti di assestamento” e dai vari “mal di pancia”, dalle prese di posizione e dai periodi di prolungate “pause ingiustificate”, mantenendo sempre un atteggiamento discreto ed evitando le sterili polemiche. Sono sempre stato rispettosamente al mio posto, mettendomi a disposizione per il bene comune anche dopo un mio probabile “sacrificio strategico” programmato e soprattutto dopo certi comportamenti istintivi e poco maturi non condivisi. Ora penso però che sia arrivato il momento per dire basta.
In una fase in cui ogni piccolo Comune ha impegni sempre più gravosi e scadenze sempre più impellenti, Furci ha bisogno del lavoro unanime e compatto di tutti i soggetti protagonisti della vita amministrativa ed oggi credo fermamente che non vi siano più le condizioni affinché il nostro gruppo, così come si presenta allo stato attuale, possa fornire un contributo sostanziale. Inoltre, in un momento storico che necessita del pieno potenziale delle forze in campo, la mia situazione personale non mi permette di essere pienamente disponibile, infatti per motivi di lavoro e familiari non mi trovo più nelle condizioni per poter svolgere il mio servizio e servire in modo esaustivo questo paese. Il ruolo che mi è stato assegnato prevede un impegno notevole e quasi a tempo pieno, ma dovendo prestare servizio, per motivi professionali, anche fuori i confini regionali non ho la possibilità né il tempo necessario per dedicarmi con costanza ai problemi che quotidianamente devono essere affrontati. Quindi con la presente sono costretto a rassegnare le mie dimissioni irrevocabili dalla carica di Assessore Comunale. Colgo l’occasione per Augurare a Lei, agli Amministratori ed ai dipendenti buon lavoro e di poter svolgere il proprio compito con serenità e proficua collaborazione. 

Più informazioni: crisi politica furci  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.