Venerdì 22 Giugno 2018
Le dichiarazioni dei parlamentari regionali. L'ex Udc, ora al Misto, stacca tutti


Ars, Cateno De Luca è il più ricco: i redditi e i patrimoni dei deputati messinesi

di Andrea Rifatto | 11/04/2018 | POLITICA

891 Lettori unici

Il deputato Cateno De Luca

È Cateno De Luca il “Paperone” dell’Assemblea regionale siciliana. Il deputato eletto nell’Udc e poi passato al Gruppo Misto è infatti il più ricco dei 70 parlamentari di Sala d’Ercole secondo le dichiarazioni dei redditi 2017 pubblicate ieri, riferite all’anno di imposta 2016. L’ex sindaco di Fiumedinisi e S. Teresa di Riva ha dichiarato un reddito di 594mila 053 euro, il più all’alto del parlamento regionale. Al secondo posto assoluto un altro onorevole messinese, l’ex direttore generale dell’Università Francesco De Domenico (Partito democratico), che dichiara 205mila 879 euro. Poi, tra gli eletti a Messina e provincia, Bernadette Grasso (Forza Italia) con 90mila 247, Luigi Genovese (Forza Italia) 78mila 845, Valentina Zafarana (Movimento Cinque Stelle) 68mila 692, Tommaso Calderone (Forza Italia) 54mila 578, Elvira Amata (Fratelli d’Italia) 49mila 847 euro, Antonino De Luca (Movimento Cinque Stelle) 29mila 766, Giuseppe Galluzzo (Diventerà Bellissima) 7mila 949, Antonio Catalfamo (Fratelli d’Italia) 6mila 820.

Passando allo stato patrimoniale, De Luca dichiara un’abitazione a Messina e due fabbricati di proprietà a Fiumedinisi, mentre tra i beni mobili un'autovettura Opel Corsa 1200 cv a iniezione del 1991 (che sta utilizzando per la campagna elettorale a Messina); due le partecipazioni in società: Dioniso Srl (10mila euro) e Benessere e Solidarietà Srl (300 euro); della Dioniso Srl risulta anche amministratore unico. Franco De Domenico è proprietario e comproprietario di 10 fabbricati a e di nove terreni agricoli a Messina, possiede due automobili (Toyota Rav4 e Fiat 500L), una moto, uno scooter e un ciclomotore; detiene una quota della Bcc di Regalbuto (8.185 euro) e due della Tris Company Srl di Messina (16.526 euro). Bernadette Grasso, assessore regionale alle Autonomie locali, dichiara comproprietà e usufrutti in 9 fabbricati e 2 terreni tra Caprileone e Torrenova, possiede una vettura Mercedes e il 50% della società Eredi Grasso Giuseppe. Luigi Genovese, figlio di Francantonio, detiene 57 comproprietà in immobili e terreni tra Messina, Taormina, Roma, Piraino e Ucria, due auto Lancia Delta e Chatenet Ch26; è inoltre amministratore delegato delle società L&A Group Srl (detiene il 99%) e Ge.Pa Srl (52,5%). Valentina Zafarana non risulta in possesso di immobili o terreni né di quote o cariche in società e dichiara come beni mobili una vettura Toyota Yaris. Tommaso Calderone è proprietario di 28 tra immobili e terreni situati tra Barcellona, Castroreale, Messina, Furnari e Milazzo, detiene una Maserati Ghibli e una Fiat. Elvira Amata è proprietaria al 50% di un fabbricato e un terreno a Messina e possiede una vettura Mini. Antonino De Luca dichiara nello stato patrimoniale proprietà e comproprietà per 6 fabbricati e un terreno a Messina, è in possesso di un’Alfa Romeo Giulietta e quote azionarie in due società. Giuseppe Galluzzo dichiara un appartamento di proprietà e il 50% di proprietà di un rustico a Barcellona. Antonio Catalfamo possiede un fabbricato a Barcellona e una Fiat Panda.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.