Mercoledì 13 Dicembre 2017
Lo schieramento sostiene Lo Giudice sindaco e punta a conquistare la minoranza


Amministrative S. Teresa, De Luca presenta la lista e la giunta: "Lavoro per unire"

di Andrea Rifatto | 23/04/2017 | POLITICA

2457 Lettori unici | Commenti 7

De Luca in piazza Marina Militare Italiana

Molte conferme e qualche novità questa sera a S. Teresa di Riva alla presentazione della lista “Oltre De Luca-Giù le mani da S. Teresa”, con candidato sindaco il primo cittadino uscente Cateno De Luca. Lo schieramento, che sostiene la candidatura di Danilo Lo Giudice nella corsa a sindaco ed è stato costruito con lo scopo di conquistare anche i seggi spettanti alla minoranza alle Amministrative dell’11 giugno, vede in campo i dieci aspiranti consiglieri comunali già resi noti il 18 febbraio, a cui si sono aggiunti negli ultimi giorni i due esponenti di “Noi ci siamo”, il gruppo guidato da Carmelo Sturiale, che ha chiuso l’accordo politico con De Luca accasandosi con l'Amministrazione uscente. Nella lista “Oltre De Luca-Giù le mani da S. Teresa” sono dunque candidati lo stesso Cateno De Luca come capolista, Giuseppe Arpi, Giovanni Bonfiglio, Salvatore Bucalo, Carmelina Cassaniti, Francesco Chillemi, Paola Cingari, Roberto Moschella, Vincenzo Nicita, Maria Ragusa, Monica Spadaro e Lucia Sturiale. Questa sera sono stati ufficializzati i nomi di tre dei quattro assessori designati, anche se è già chiaro che non faranno comunque parte della prossima giunta comunale secondo quanto prevede la strategia dell’attuale sindaco, che con la compagine “Oltre De Luca” non punta al governo cittadino: l'attuale consigliere Carmelo Ariosto, che esce dalla lista e viene indicato come vicesindaco; il capogruppo di maggioranza Sandro Salvatore Triolo e Agnese Sturiale, new entry dell’ultima ora. Sul palco in piazza Marina Militare italiana anche i giovani Stefano Lombardo e Katia Pecoraro, che saranno i rappresentanti di lista.

“La seconda lista nasce per far competere chi vuole confrontarsi con la cittadinanza senza doversi affidare ad altri candidati a sindaco più o meno occulti – ha detto De Luca – e consentire a tutti di essere in campo. In questi cinque anni abbiamo lavorato per unire e oggi abbiamo nelle nostre liste il 70 per cento di candidati che non erano politicamente schierati con noi ma che hanno valutato il nostro operato, scegliendo liberamente e senza pregiudizi da che parte stare”. Il sindaco ha esposto alcuni dei risultati raggiunti nel corso della legislatura riservando qualche stoccata anche allo schieramento avverso: “Mi viene l’orticaria sentendo parlare di progetti politici basati sulla legalità, per amministrare serve ben altro ma evidentemente non hanno argomenti”. In piazza diversi amministratori santateresini, con in testa il vicesindaco Danilo Lo Giudice, e circa 200 cittadini.

Più informazioni: amministrative 2017 santa teresa  


COMMENTI

Ettore F. | il 23/04/2017 alle 23:37:36

Cosa significa candidarsi x puntare alla minoranza? Una squadra o un giocatore che gareggia se gioca x arrivare secondo viene squalificato in qualsiasi sport. Ma e' eticamente e politicamente corretto? Ma la democrazia che fine ha fatto? a me sinceramente mi pare una stron....ta. i santateresini non sono pecore.....

Giovy T. | il 24/04/2017 alle 02:48:22

...e che dire del 70% di convertiti, anzi, folgorati sulla via di Damasco? Tutti a voler il bene del paese... come no! Certamente! Basta guardarli in faccia e ricordarsi cosa (non) hanno mai fatto per il paese e cosa hanno mai concluso nella loro vita. Occorre necessariamente per loro la politica, per rimanere a galla, proprio come gli str... (str=stantateresini... che avete capito!)... altrimenti dopo la seconda trombatura rischiano sul serio di scomparire persino dalla memoria delle più brutte pagine di storia recente del paesino rivierasco. Auguri! E che i cittadini usino la testa, la memoria, il cervello... ed il cuore. Coraggio!

osservatore santateresino | il 24/04/2017 alle 07:34:12

Chi l'ha detto che De Luca vuole conquistare la minoranza? Semmai, voglio ricordare, che in teoria potrebbe conquistare la maggioranza. Come, basta conquistare il 50% + 1 dei voti di lista!!! In teoria Lo Giudice potrebbe addirittura anche non avere la minoranza!!! Aggiornatevi, invece di sparare cavolate!!!!

GG | il 24/04/2017 alle 09:01:22

Dicevate che ci eravamo liberati di Bartolotta? Noooooo eccola qua la lista ....Ma in politica 1+1 non fa mai 2. I Santateresini, quelli con la "S" maiuscola sanno chi votare e si riprenderanno l'orgoglio di essere cittadini e non mucche da mungere ...

Ettore f. | il 24/04/2017 alle 10:03:09

"E' stato costruito per conquistare anche i seggi spettanti alla minoranza..." gia' il verbo"conquistare" mi sta molto antipatico (detto x inciso l'ho udito anche da un certo carro di carnevale che voleva conquistare santa teresa), detto cio praticamente vorrebbero annullare la voce della minoranza e azzerare la voce di qualsiasi santateresino. Neanche nei vecchi paesi socialisti....e dove siamo in korea? democrazia,democrazia,democrazia! vergogna a tuttii pupi che permettono questo mettendoci la faccia . ps ma la vecchia politica non doveva essere rottamata?? rifletti elettore rifletti.

Massimo | il 24/04/2017 alle 15:57:37

Bravo Ettore , ma questi pupi manovrati dal supremo di quale pulpito di dignità possono parlare , si presentano per arrivare secondi ? Tranne l'osservatore cieco e sordo che non vede e non sente che commenta le favole e non vede la realtà !!! Povera Santa Teresa !! Mi auguro che l'osservatore non sia di Santa Teresa , perchè se lo fosse umilia un paese intero , tranne che fosse uno al servizio stipendiato F...... poveri noi .

Fabio | il 28/04/2017 alle 20:06:42

Non l'ho capita. Si presentano per prendere maggioranza e minoranza? Ma non si chiamava "dittatura" 'sta cosa?

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.