Lunedì 25 Giugno 2018
Ufficiale la sua candidatura a sindaco. Pieno sostegno dalla minoranza uscente


Alì Terme, Carlo Giaquinta scende in campo: "Porte aperte a chi ama il paese"

di Andrea Rifatto | 16/04/2018 | POLITICA

1283 Lettori unici

Carlo Giaquinta

“Se ci sono io, ci siete voi, uno slogan a garanzia che la mia persona sarà rappresentante di tutto il popolo aliese. Carlo Giaquinta rompe per primo gli indugi e ufficializza la sua candidatura a sindaco per le elezioni amministrative del 10 giugno ad Alì Terme. Settantuno anni da compiere sabato prossimo, manager in pensione di una multinazionale, dopo tanti anni trascorsi a Roma ha deciso di scendere in campo per la sua cittadina di origine costruendo una squadra che definisce “dinamica, una coalizione civica fatta di persone che mi hanno individuato come il traghettatore verso il cambiamento del paese”. La sua lista è denominata “RilanciAmo Alì Terme” e ha un punto fermo: quello di riunire persone “spogliate” da ogni appartenenza politica, senza alcuna distinzione tra maggioranze, minoranze e fazioni, ma con il chiaro intento di archiviare il passato. “Ho entusiasmato un gruppo di giovani e persone che mi hanno chiesto di assumere un ruolo difficile – spiega – non sono un politico ma una persona del fare, che con molta responsabilità sta mettendo a disposizione del paese quell’esperienza accumulata negli anni, che ritengo possa aiutare Alì Terme a crescere, grazie a un ambizioso progetto di cambiamento che vorrò fare con processi lenti e realizzabili. Sette anni fa ho investito ad Alì Terme per lasciare un segno, creando il Circolo nautico e spendendomi per riempirlo di contenuti”. Giaquinta richiama quanto accaduto a S. Teresa negli anni scorsi, dove una nuova amministrazione ha sostanzialmente mandato in archivio la vecchia classe politica. “Vogliamo creare nuove potenzialità intellettive cosicchè tra tra tre-quattro anni il paese possa avere una parco di intelligenze in grado di proseguire il progetto. Ciò su cui puntiamo è la convergenza delle persone al di là degli schieramenti attuali, un progetto open, indipendente dalle appartenenze, per abbattere barriere e diaframmi e in non c’è posto per chi ha obiettivi personali”.

 

La sua lista ha già incassato il pieno sostegno dei consiglieri di minoranza uscenti Nino Melato, Agata Di Blasi, Laura Tringali e Teresa Vittiglio ma non è esclusa la presenza anche di componenti dell’attuale maggioranza. “L’idea di ‘RilanciAmo Alì Terme’ è quella di accogliere le esperienze e il bagaglio di tutti coloro che vogliono consegnarmi i loro progetti, affidarmi le loro necessità e confidarmi le loro idee – aggiunge Carlo Giaquinta - e voglio costruire il rilancio di Alì Terme a partire proprio da tutto questo, lasciando aperta la porta a tutti coloro che vogliono veramente bene al paese e sperano che questa rinascita porti giovamento a tutti”. Il logo vuole rappresentare nel complesso la vocazione turistico-balneare-termale del paese ed è composto da una sirena, per far risaltare la componente femminile della lista; uno zampillo, che rappresenta le fonti termali del paese, essenziale componente della natura turistico-termale che può e deve portare ricchezza all’intera comunità e tre onde, rappresentazione del mare, che abbracciano il logo lasciano alla sommità un’apertura, segno che la lista è aperta per sua natura e vuole porsi come contenitore delle idee, dei progetti e delle necessità della popolazione intera.

Più informazioni: amministrative 2018 alì terme  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.