Lunedì 11 Dicembre 2017
Chiusa la prima edizione del Festival organizzato dal Comune di Sant'Alessio


Sipario su "Marefest": riscoperte culture e tradizioni del mare

14/09/2017 | CULTURA E SPETTACOLI

358 Lettori unici

Si è conclusa ieri, con una serata ricca di appuntamenti e approfondimenti, la prima edizione di “Marefest. Culture e tradizioni del mare”, progetto culturale promosso dal Comune di Sant’Alessio Siculo in collaborazione con il festival “Naxoslegge”, con il supporto organizzativo di un folto gruppo di cittadini, associazioni, artisti, intellettuali e aziende del territorio, con l’ideazione e la direzione artistica di Virginia Carnabuci, la grafica di Sandro Ballisto e la documentazione fotografica di Pippo Carnabuci. Dopo una stagione estiva costellata di vari appuntamenti dedicati ai molteplici aspetti del mare e delle culture e tradizioni ad esso legate, la prima edizione del Festival si è congedata dall’estate con nuove e importanti programmazioni per le prossime stagioni. Una sezione dedicata alle donne che diverrà un appuntamento invernale di riferimento per il pubblico femminile, ha visto l’intervento delle allieve dell’Istituto comprensivo di S. Teresa di Riva con un monologo dedicato alle donne vittime di violenza. Ancora per la sezione tutta al femminile, Marefest ha ospitato Marinella Fiume con il suo libro “La bolgia delle eretiche” introdotto da Fulvia Toscano, presentato da Ninuccia Foti. Presente anche Filippo Grasso, consulente dell'Assessorato regionale al Turismo, il quale ha evidenziato l'importanza della riscoperta dei borghi come elemento fondante di un turismo "esperienziale" che interessa sempre più i turisti, i quali non cercano solo bellezze ambientali ed architettoniche ma chiedono, durante la vacanza, di fare una vera e propria esperienza, di condividere con le comunità locali i loro usi e tradizioni.

Un gustoso intermezzo, dedicato alle tradizioni gastronomiche della terra, ha aperto la sezione dedicata al rapporto tra il territorio costiero e quello collinare che è stato raccontato da Salvatore Moschella con il suo progetto “Il sentiero dell’asino”, Fulvia Toscano col progetto “Il borgo delle storie”, il lancio del progetto di un nuovo Festival dedicato ai collegamenti tra mare e colline che partirà da Sant’Alessio e coinvolgerà tutto il territorio, la sezione dedicata al cinema curata dal regista Fabrizio Sergi con il suo lungometraggio ambientato tra i borghi “Nino e il padre Santo” e il documentario “Val D’Agrò” di Piero Cannizzaro.  La serata è stata presentata da Mimma Duro e Donata Mastrojeni. Importante la risposta del pubblico partecipante che ha confermato quanto sia necessaria una precisa programmazione  culturale che si annodi col tessuto sociale e con tutte le istituzioni del territorio. Il pubblico del “Marefest” è invitato a seguire tutte le future programmazioni sulla pagina Facebook “Marefest”. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.