Venerdì 17 Agosto 2018
Al Palacultura parte il primo ciclo organizzato con l'Amministrazione comunale


"Mostre di primavera” al Caffè d'arte S. Teresa, tra libri, musica e poesia

di Filippo Brianni | 05/04/2018 | CULTURA E SPETTACOLI

408 Lettori unici

Patanè, Voccio e Bruno

Parte domani (venerdì 6 aprile) il ciclo “Mostre di primavera”, organizzato dall’associazione “Il paese di fronte al mare” di S. Teresa di Riva, guidata dal trio Melina Patanè, Antonello Bruno e Gabriele Camelia. Le mostre, tutte al Palazzo della Cultura, si articoleranno in tre cicli. Quella che sarà inaugurata domani alle 17 potrà essere visitata fino al 19 aprile e verrà aperta sia al mattino che al pomeriggio. Poi si ricomincerà il 20 aprile fino al 2 maggio; terzo ciclo dal primo al 14 giugno; quarto e ultimo ciclo, dal 15 al 29 giugno. Gli eventi espositivi sono organizzati in collaborazione con l’Amministrazione comunale e con la consulenza di Daniela Tania Linguanti. Gli artisti, molti dei quali locali, potranno esibire le loro pitture e sculture che verranno anche commentate durante i Caffè d’arte quindicinali. Il Caffè d’arte di domani, peraltro, sarà riservato anche alla presentazione di un libro, “Confine reale” di Nino Voccio, già autore due anni fa di un “fantasy”, “Gli angeli di Maregrosso”, ambientato a Messina, Mandanici e chiesa di S. Sebastiano di Pagliara. Lo spazio musicale sarà riservato al maestro Agatino Scuderi che anticiperà una “manche” del concorso di poesia “Boccavento”. Archiviati quindi i richiami artistici ai temi pasquali che avevano caratterizzato la serata del 24 marzo, quando ha riscosso curiosità e successo l’originale interpretazione de “Il riscatto di Cristo” di Sebastiano Patanè Ferro, con Daniela Cretesi, Nunzio Cartalemi ed uno “spazio” recitato anche dalla presidente del Caffè d’Arte, Melina Patanè. Una particolare visuale dell’impatto dell’evento pasquale sulla storia, toccando anche sfaccettature umane del tempo di Cristo e altri aspetti sociali contemporanei. Singolare, in proposito, la figura di un Erode “mafioso” interpretato dalla voce femminile della Patanè. Daniela Tania Linguanti ha curato la rubrica “Parole d’Arte” raccontando vita e opere di Frida Kahlo, la pittrice-poetessa messicana dalla vita tormentata e dalle opere intense di passione e simbolismi. È stata anche l’occasione per presentare “Marea”, un’associazione costituita a S. Teresa che si propone di valorizzare la lavorazione artistica della ceramica, guidata da Antonella Muscolino. Presenti anche la poetessa Anna Celi e i pittori Fiorangelo Prestipino e Mec Zodda.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.