Lunedì 16 Luglio 2018
Saggio di fine anno del Centro di Formazione. Il 6 agosto si replica a S. Teresa


Danza, gli allievi di Milena Freni brillano al "V. Emanuele" di Messina

07/07/2018 | CULTURA E SPETTACOLI

1815 Lettori unici

Il saggio al "Vittorio Emanuele" di Messina

La splendida cornice del Teatro Vittorio Emanuele di Messina ha ospitato il saggio-spettacolo annuale del Centro Formazione Danza diretto dalla professoressa Milena Freni, punto di riferimento della danza nella riviera jonica. Come ogni anno, è stato prescelto un tema attorno al quale intessere una trama coreutica idonea ad esaltarne le peculiarità. Quest’anno è toccato al continente della Grande Mela l’America, da qui il titolo dello spettacolo “Good morning America”. Gli aspetti salienti del grande continente, storici, artistici e socio-economici, sono stati esaltati dagli allievi che, dai corsi preparatori agli avanzati, hanno eseguito con professionalità i vari pezzi con le tecniche che si insegnano presso il Centro ed in particolare: la danza classica, il contemporaneo, modern jazz, hip hop e tip tap. Particolarmente apprezzato il lavoro svolto dai vari insegnanti e coreografi e nello specifico: la prof.ssa Freni che oltre alla direzione artistica del Centro ha curato le coreografie su tecnica classica e contemporaneo, il maestro Antonio Gullo che ha curato le coreografie di modern jazz ed il maestro Roberto Antonazzo per le coreografie di hip hop e tip tap. Interessante anche il balletto “Up” eseguito dalle allieve che nel corso dell’anno hanno frequentato il seminario di contemporaneo tenuto dalla danzatrice professionista Carmen De Sandi della compagnia SineSpazio. Al termine dello spettacolo la prof.ssa Milena Freni si è soffermata sulle peculiarità del Centro Formazione Danza, mettendo in risalto il lavoro svolto in piena sinergia con le famiglie.

“Mi auguro che il lavoro svolto con serietà e professionalità nel Centro Formazione Danza - ha detto - unitamente a quello delle famiglie, contribuisca a determinare in ogni allievo, non solo un’armoniosa crescita fisica, ma anche uno sviluppo caratteriale che esalti i principi di solidarietà e rispetto dell’uomo; del resto la danza, anche se rigida disciplina di forma e movimento, ha sempre al centro l’uomo, il suo sviluppo ed il suo relazionarsi con gli altri.” Nel suo intervento conclusivo, la prof.ssa Freni ha voluto anche ringraziare, per gli in bocca al lupo ricevuti, due professionalità del Centro che oggi si trovano fuori dal nostro territorio e che stanno ottenendo importanti affermazioni come Marina Branca, che si trova in Belgio per seguire dei corsi professionalizzanti che la porteranno ad importanti impegni nel panorama internazionale della danza contemporanea, e Alessandra Ruggeri che ha ottenuto ambiti riconoscimenti nel contesto della danza hip hop ed oggi fa parte di una delle più importanti compagnie nel panorama delle danze urbane in Italia “DaCru Dance Company” di Marisa Ragazzo e Omid Ighani. Infine particolarmente emozionante è stato il saluto che la prof.ssa Freni ha riservato all’allieva Giorgia Briguglio, che dal prossimo anno accademico si trasferirà a Milano per frequentare il Centro “Artichoke Danza Formazione e Ricerca” ed i suoi corsi di formazione in danza contemporanea. Lo spettacolo messo in scena al Teatro Vittorio Emanuele sarà replicato il 6 agosto in piazza Marina Militare, meglio nota come Piazza Bianca, a S. Teresa di Riva, in quanto inserito nel cartellone delle manifestazioni estive del Comune.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.