Venerdì 22 Settembre 2017
Balli e divertimento sul corso principale del paese. Domenica si replica


Carnevale dello Jonio, in migliaia per la sfilata dei carri a S. Teresa - FOTO

di Redazione | 28/02/2017 | CULTURA E SPETTACOLI

4634 Lettori unici | Commenti 1

Il passaggio dai carri davanti piazza Municipio

Da Cateno De Luca che in qualità di chef del ristorante “La costa del sole” cucina una zuppa con i colleghi sindaci alle bellezze della Valle del Nisi, passando per i social network, i classici del mondo Disney, le specialità siciliane e i giochi più in voga del momento. Satira e divertimento, tra musiche e coreografie ben studiate, hanno caratterizzato la prima sfilata dei carri allegorici sul corso principale di S. Teresa di Riva alla 17esima edizione del Carnevale dello Jonio. Dopo il rinvio di domenica per il maltempo, oggi nulla ha ostacolato la discesa in pista dei gruppi mascherati e dei sette allestimenti realizzati nei mesi scorsi a S. Teresa e nei centri limitrofi. Migliaia di spettatori sono giunti da tutto il comprensorio per ammirare lo spettacolo che dal primo pomeriggio a sera ha coinvolto grandi e piccoli. Puntuale alle 15 la partenza dal quartiere Bucalo: in testa al corteo la "Band Comica Umbrillara" di Scaletta Zanclea e il gruppo “Siamo alla frutta” dell’associazione culturale Barò di S. Teresa. Poi spazio ai sette carri: “A-social” realizzato dall’associazione“La Fonte” di Mandanici, ispirato al mondo dei social network; “Dalla padella alla brace” della Pro Loco di Furci, che ha come tema la satira politica legata al comprensorio; “Disney” della Pro lLoco di Nizza, con i partecipanti che rappresentano i personaggi dei celebri cartoni; “Sulle ali del Nisi” della Pro Loco di Fiumedinisi, ispirato alla natura e alle bellezze della vallata. A seguire i tre carri santateresini, “Il magico mondo Disney” (Sacra Famiglia), con i personaggi dei classici Disney; “Dolce e Sicilia” (Bucalo) che richiama la casa di moda Dolce e Gabbana mettendo in risalto le tipicità siciliane e “Clash Royale lo scontro tra politici” (Sparagonà-A18), che prende spunto dai personaggi della politica locale e nazionale. Cinque le fermate, della durata di circa 15 minuti ciascuna, per dare spazio ai gruppi di esibirsi nelle coreografie sotto lo sguardo dei numerosi spettatori, in corrispondenza delle piazze Madonna del Carmelo, Sacra Famiglia, Municipio, Portosalvo e slargo Barracca, prima dell’arrivo a piazza Mercato alle 22.15.

Tutto è filato liscio senza particolari intoppi, a parte qualche lieve malore capitato ad alcuni dei partecipanti alla sfilata, subito soccorsi dal personale sanitario. A vigilare sulla manifestazione gli agenti della Polizia municipale e i carabinieri della locale stazione, guidati rispettivamente dal capitano Diego Mangiò e dal maresciallo Maurizio La Monica. I militari dell’Arma durante i controlli hanno sequestrato alcuni oggetti atti a offendere. In testa al corteo gli amministratori comunali, che insieme ai dipendenti del Comune hanno coordinato il movimento dei carri fino alla conclusione del primo appuntamento del 2017 con Re Burlone. Domenica la seconda sfilata da Barracca a Bucalo con arrivo nella palestra comunale, dove si terrà la manifestazione finale.











Più informazioni: carnevale dello jonio 2017  


COMMENTI

Pinco pallino | il 02/03/2017 alle 02:52:36

Vince il divertimento.. vince chi ha partecipato, chi ha sudato per preparare coreografie allestimenti vestiti carri , vince Santa Teresa che è viva, vince Cateno de Luca che non sbaglia con la sua ricetta per tenere in vita sto paese, w il carnevale bravi tutti PS il prossimo anno rivogliamo Barracca !

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.