Sabato 26 Maggio 2018
Non è riuscito a tornare a riva per le forti onde. Vani i tentativi di soccorso


Tragedia in mare a Giardini Naxos: morto un 19enne di Paternò

di Andrea Rifatto | 29/04/2018 | CRONACA

5178 Lettori unici

I soccorsi in mare e nel riquadro la vittima

Tragedia in mare oggi pomeriggio a Giardini Naxos. Un 19enne di Paternò, Lorenzo Fazio, è morto nello specchio d’acqua antistante la zona di Recanati. Il giovane si trovava in spiaggia insieme a due amici e poco dopo le 17 aveva deciso di tuffarsi per un bagno con uno di loro: un’onda improvvisa li ha però travolti entrambi, spingendone uno verso riva mentre Fazio è stato trascinato al largo, a circa 50 metri di distanza. Il paternese ha tentato invano per circa 15 minuti di rientrare ma le cattive condizioni del mare e la forte corrente non gli hanno permesso di raggiungere la battigia. Diverse persone lo hanno visto in difficoltà e hanno allertato i soccorsi, mentre un bagnino di un albergo vicino ha provato a raggiungerlo ma senza riuscirsi. Solo dopo un'ora e mezza, secondo il racconto di alcuni testimoni, il ragazzo è stato avvicinato da un’imbarcazione privata, con a bordo un medico, che è riuscita a recuperarlo e trasportarlo al porto di Giardini, dove ad attenderlo c’era l’ambulanza del 118. Il personale sanitario, che in un primo momento si era portato sulla spiaggia di Recanati insieme ai Carabinieri e alla Guardia costiera, ha praticato a lungo il massaggio cardiaco e ha poi condotto Lorenzo Fazio all’ospedale "San Vincenzo" di Taormina, nel tentativo di salvarlo. Ma il 19enne non si è mai ripreso ed è giunto privo di vita al nosocomio. Sul posto è intervenuta la Guardia costiera di Giardini con il comandante Cosimo Roberto Arizzi e la Compagnia carabinieri di Taormina guidata dal capitano Arcangelo Maiello, poi spostatisi in ospedale. I militari dell’Arma hanno ricostruito l’accaduto sentendo i testimoni e hanno informato il magistrato di turno, che ha disposto la restituzione della salma ai familiari, recatisi con gli amici della vittima al "San Vincenzo" tra la disperazione. Diversi presenti hanno lamentato i ritardi nei soccorsi in mare da parte della Guardia costiera, nonostante fosse stato contattato più volte il numero di emergenza 1530. Lorenzo Fazio aveva perso il fratello, Alessandro, in un incidente stradale autonomo nel febbraio dello scorso anno sulla Statale 121 Catania-Paternò.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.