Martedì 25 Luglio 2017
Nigeriano ai domiciliari: chiedeva soldi per la sosta al mercato con altre tre persone


S. Teresa, si scaglia contro Vigili e Carabinieri: arrestato e condannato un 31enne

di Andrea Rifatto | 28/06/2017 | CRONACA

4411 Lettori unici | Commenti 1

Si era piazzato di buon mattino insieme a tre coetanei nell'area parcheggio all'interno del mercato quindicinale di S. Teresa di Riva, in piazza Antonio Stracuzzi, alla periferia sud del paese, con l'intento di chiedere soldi per la sosta a quanti giungevano per gli acquisti. I quattro, tutti extracomunitari, con fare insistente avevano già importunato diversi automobilisti nella zona a monte del piazzale, dove gli acquirenti lasciano i propri veicoli, quando sono stati notati da un vigile urbano in servizio al mercato che si è avvicinato per identificarli. Per tutta risposta, però, l'agente della Polizia municipale ha subito la reazione veemente dei quattro, e ha chiesto l'intervento dei militari dell’Arma, giunti nel giro di pochi minuti. All'arrivo dei carabinieri, tre parcheggiatori improvvisati sono fuggiti a piedi mentre il quarto, che continuava a dimenarsi, è stato bloccato e quindi arrestato. L’uomo, identificato in Oshanon Festus, cittadino nigeriano di 31 anni domiciliato a Mascali, è stato arrestato dapprima condotto in caserma dagli uomini ai comandi del maresciallo Maurizio La Monica e poi trasferito al Tribunale di Messina per il giudizio in direttissima, dove dopo la convalida dell'arresto è stato condannato alla pena di un anno con la concessione degli arresti domiciliari.


COMMENTI

MI | il 29/06/2017 alle 13:42:04

Che paura avrà avuto il povero Festus !!! che cattivi i domiciliari....

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.