Mercoledì 20 Settembre 2017
Controlli di Carabinieri e Polizia municipale: attivata senza autorizzazione


Roccalumera, chiusa dal Comune una piscina aperta al pubblico

di Redazione | 29/06/2017 | CRONACA

3190 Lettori unici

La struttura privata non è risultata in regola (foto archivio)

Una piscina privata aperta al pubblico di Roccalumera è stata chiusa dal Comune in quanto priva della necessaria licenza. L’ordinanza è stata firmata dal dirigente dello Sportello unico per le Attività produttive, architetto Giuseppe Della Scala, dopo l’ispezione condotta dai carabinieri del Comando Carabinieri per la Tutela e la Salute-Nas di Catania congiuntamente agli agenti della Polizia municipale in una struttura di viale Dell’Unità e delle Regioni d’Italia. Gli operanti hanno constatato come la piscina aperta al pubblico, delle dimensioni di circa 200 metri quadri, fosse stata attivata violando le disposizioni del Testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza e dopo la ricezione del verbale il funzionario comunale, vito che nel caso in esame si riscontrano i presupposti per l’applicazione della misura interdittiva prevista dal Tulps, ritenuto che il provvedimento di chiusura immediata sia necessario al fine di tutelare l’incolumità delle persone per l’attività svolta in difformità alla vigenti prescrizioni legislative in materia, ha ordinato alla ditta titolare della struttura il divieto immediato di utilizzo della piscina. La mancata ottemperanza a quanto disposto comporterà il deferimento all’autorità giudiziaria. La ditta potrà presentare ricorso al Tar entro 60 giorni o al presidente della Regione entro 120 contro l’ordinanza, notificata al Comando Carabinieri per la Tutela e la Salute-Nas di Catania, alla Polizia municipale di Roccalumera e alla locale Stazione dei Carabinieri.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.