Martedì 26 Settembre 2017
Arrestato dai carabinieri con l'accusa di perseguitare e minacciare la convivente


Letojanni, 56enne finisce in carcere per stalking, maltrattamenti ed estorsione

11/09/2017 | CRONACA

2694 Lettori unici

Un 56enne che vive a Letojanni è finito in carcere in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare con l’accusa di stalking, maltrattamenti in famiglia ed estorsione nei confronti della propria convivente, una donna letojannese. Ad eseguire l’ordine di carcerazione sono stati i carabinieri della locale Stazione. Secondo gli inquirenti l’aggressore maltrattava la compagna, anche in tempi diversi, sottoponendola a continue vessazioni fisiche e morali. Oltre che aggredirla fisicamente, la minacciava di morte mediante lettere inviate quando si trovava ristretto in carcere per altre ragioni. La donna era stata ripetutamente percossa in passato anche con un bastone di legno, finendo in uno stato di frustrazione e ansia. L’arrestato dovrà rispondere del reato di tentata estorsione perché minacciando la convivente di riservarle un brutto futuro, la costringeva a consegnargli ingenti somme di denaro. La donna si è pero rifiutata di accondiscendere alla richiesta. Al 56enne è stato contestato anche il reato di stalking in quanto con le continue minacce e molestie determinava nella convivente un perdurante e grave stato d’ansia e di paura ingenerandole il fondato timore di pericolo per la sua incolumità, costringendola ad alterare le proprie abitudini di vita. In particolar modo con pedinamenti presso i luoghi frequentati dalla donna e continui appostamenti presso la sua abitazione.  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.