Mercoledì 13 Dicembre 2017
Tragico incidente fuori paese. I bambini si trovano ricoverati in ospedale


Jeep finisce in un dirupo a Fiumedinisi: morto un uomo, feriti i nipoti

di Andrea Rifatto | 19/11/2017 | CRONACA

9890 Lettori unici

L'abitato di Fiumedinisi e nel riquadro la vittima

Tragico incidente questa mattina a Fiumedinisi. Una jeep con a bordo tre persone è precipitata in un dirupo e nello schianto è morto l’uomo che si trovava alla guida, mentre gli altri due passeggeri sono rimasti feriti e si trovano ricoverati in ospedale. A perdere la vita è stato Carmelo Crocetta, allevatore di 70 anni, mentre sono salvi i due nipoti di 11 e 13 anni che erano a bordo del mezzo insieme a lui. Erano le 7.40 quando Crocetta stava percorrendo una stradina sterrata in contrada Manti, al volante del suo Land Rover Defender 90 di colore bianco, all’interno del terreno di sua proprietà e a circa 20 metri dall’abitazione di residenza: improvvisamente ha perso il controllo della jeep finendo fuori strada e volando giù in un vallone per circa 40 metri ribaltandosi più volte. Scattato l’allarme sono giunti sul posto i carabinieri della Stazione di Fiumedinisi e due ambulanze del 118: per il 70enne non c’era però più nulla da fare, in quanto è morto sul colpo nell’impatto al suolo. I due nipoti hanno invece riportato traumi e contusioni e sono stati condotti al Policlinico di Messina per le cure del caso. Le loro condizioni non sarebbero comunque gravi. Il magistrato di turno, informato dai militari dell’Arma, ha disposto il trasferimento della salma di Carmelo Crocetta nella camera mortuaria del Policlinico a disposizione dell’autorità giudiziaria, che deciderà se disporre l’autopsia. Indagini in corso per capire le cause del tragico incidente e stabilire sa sia dovuto a un guasto meccanico al mezzo (ipotizzato un guasto ai freni) o eventualmente a un malore del conducente. Sgomento in paese non appena si è diffusa la notizia della morte dell'uomo, padre del vicesindaco Giuseppe Crocetta. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.