Mercoledì 22 Novembre 2017
Gesto nato da futili motivi. L'uomo si è scagliato contro i carabinieri durante l'arresto


Itala. Aggredisce un anziano, arrestato un 45enne

20/08/2014 | CRONACA

1223 Lettori unici

I carabinieri della Stazione di Scaletta Zanclea (Me) hanno tratto in arresto in flagranza di reato il 45enne Santi Ragusa, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile di minaccia, lesioni aggravate, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi. I militari sono stati allertati da una segnalazione, effettuata dal personale del Presidio di continuità assistenziale di Itala, che riferiva di una violenta aggressione ai danni di un pensionato in atto ad Itala. L’immediato avvio dell’attività investigativa da parte dei carabinieri ha consentito di ricostruire l’intera vicenda. Il malcapitato pensionato, infatti, a seguito di un diverbio scaturito per futili motivi, era stato dapprima minacciato da un uomo con un coltello e successivamente colpito al volto mediante l’utilizzo di un nunchaku, tradizionale arma di tipo contundente diffusa in alcuni paesi dell'Asia orientale. I primi elementi utili alle indagini, raccolti dai militari della Stazione di Scaletta Zanclea, hanno permesso di individuare aggressore, successivamente rintracciato presso la propria abitazione. Alla richiesta di spiegazioni, Ragusa si è scagliato contro i militari aggredendoli con calci e pugni e tentando la fuga. L'uomo è stato però immediatamente bloccato e dichiarato in arresto per minaccia, lesioni aggravate, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi.
A causa delle lesioni riportate al viso ed al torace durante l’intervento teso ad immobilizzare l’arrestato, i carabinieri hanno dovuto fare ricorso alle cure ospedaliere, mentre il malcapitato pensionato, anch’egli sottoposto a controlli specialistici presso il Policlinico Universitario di Messina, ha riportato la frattura del setto nasale e lesioni al corpo giudicate guaribili in venti giorni.
Al termine delle formalità di rito e su disposizione dell’autorità giudiziaria, l’arrestato è stato condotto presso la camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Messina Sud, in attesa di rito direttissimo.

Più informazioni: aggressione  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.