Giovedì 23 Marzo 2017
Accusato di aver ricattato diversi commercianti e dell'incendio di una caffetteria


Gaggi, arrestato un 35enne per estorsione e incendio - VIDEO

07/12/2016 | CRONACA

2170 Lettori unici

Un frame delle riprese video. Nel riquadro Nicotra

Un 35enne di Taormina, Giuseppe Nicotra, è stato arrestato questa mattina in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Messina, Monica Marino, su richiesta del sostituto procuratore Angelo Cavallo della Direzione distrettuale antimafia di Messina. All’uomo vengono contestati i reati di estorsione, tentata estorsione e incendio doloso in quanto viene ritenuto colpevole dell’incendio ai danni di una caffetteria di Gaggi, avvenuto nell’ottobre del 2015. Le indagini, avviate dal Commissariato di Polizia di Taormina subito dopo l’incendio dell’esercizio e coordinate dalla Procura distrettuale di Messina, hanno ricostruito il modus operandi di Nicotra, con precedenti specifici reiterati, trasferitosi a Gaggi perché destinatario di divieto di dimora nella provincia di Catania. Ed è nella cittadina della Valle dell’Alcantara che il 35enne, secondo gli inquirenti, si sarebbe fatto conoscere proprio per i suoi trascorsi criminali, “esibiti” dallo stesso così come la sua vicinanza ad ambienti criminali operanti sulla cittadina di Calatabiano, da cui era stato allontanato. Sfruttando il timore creatosi attorno la sua persona, Nicotra aveva messo in atto vari tentativi di estorsione, in particolare quattro quelli evidenziati dalle indagini condotte anche con l’uso di apparecchiature tecniche, l’escussione di numerosi residenti della zona, nonché pedinamenti ed appostamenti. L’uomo finito oggi in carcere riusciva ad estorcere beni e utilità di ogni genere dai commercianti presi di mira. A un eventuale rifiuto ad assecondarlo, passava alle vie di fatto, aggredendo in alcuni casi o minacciando. Il 25 ottobre 2015, a finire nel mirino del ricattatore era stata la saracinesca della caffetteria, cosparsa di liquido infiammabile e data alle fiamme.

Il video dell'incendio alla caffetteria e della fuga del responsabile


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.