Venerdì 24 Novembre 2017
Ladri in azione di notte: bloccata la Statale con auto e chiodi. Avviate le indagini


Furto alla banca di Sant'Alessio: una bomba fa esplodere il bancomat - FOTO

di Andrea Rifatto | 02/09/2017 | CRONACA

5636 Lettori unici

Il bancomat fatto esplodere dai ladri

Audace furto questa notte ai danni della banca Intesa San Paolo di Sant'Alessio Siculo. Alle 4.45 i ladri, sicuramente più di tre e a volto coperto, si sono introdotti nell'atrio dell'istituto di credito di via Consolare Valeria (la Statale 114), dove si trova lo sportello bancomat, posizionando una bomba che ha fatto esplodere la struttura, mandandola in frantumi e danneggiando anche buona parte dei locali interni. In pochi secondi i malviventi hanno asportato la cassetta con il contante e sono fuggiti. Prima dell'esplosione hanno tentato di forzare una porta di servizio della banca, riservata agli utenti disabili, senza però riuscirci. Un'azione ben studiata, svoltasi in pochissimi minuti. I malviventi hanno bloccato la Statale 114 posizionando un'auto di traverso sul lato nord, all'altezza di via Ruggero II, in modo da fermare eventuali veicoli che sopraggiungevano, mentre dal lato opposto hanno disseminato sull'asfalto dei chiodi a tre punte. Dopo il colpo, si sono allontanati a bordo di una o più auto. Un altro veicolo risultato rubato è stato ritrovato nella stradina che conduce al cimitero alessese: è ipotizzabile, dunque, che la banda abbia raggiunto un complice che attendeva i ladri sull'autostrada A18 , nella carreggiata in direzione Messina, risalendo a piedi la scarpata autostradale. Sul posto, dopo che è scattato l'allarme, è giunta una guardia giurata dell'istituto che ha affidata la sorveglianza della banca e poco dopo i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taormina, che si trovavano in zona e per poco non hanno intercettato i malviventi.

I militari, coadiuvati dai colleghi delle Stazioni di Sant'Alessio e Forza d'Agrò, hanno avviato i primi accertamenti e hanno subito richiesto i filmati delle telecamere di videosorveglianza dell'istituto di credito. Il bottino non è stato ancora quantificato: il bancomat era stato caricato per il fine settimana, visto che gli uffici sono chiusi, e tra l'altro in questi giorni vengono erogate le pensioni. I ladri, dopo l'esplosione, sono riusciti però a portare via solo la cassetta con le banconote da 50 euro e parte di essere sono rimaste bruciate durante lo scoppio. L'auto utilizzata per bloccare la strada, una Fiat Bravo di colore grigio, è risultata rubata a Pedara, in provincia di Catania, così come un'altro vettura rinvenuta in una traversa vicino. La Statale è stata chiusa dai Vigili urbani fino alle 8 per consentire ai carabinieri di operare senza intralcio. Diversi residenti hanno udito l'esplosione alle 4.45 ma non hanno visto nulla in quanto il furto è stato portato a termine in pochissimo tempo. Alcuni hanno riferito di aver notato movimenti sospetti nella zona sud del paese all'ora del fatto, quando un autocarro di grosse dimensioni ha più volte fatto il giro tra via Dei Normanni e la Statale. Ogni segnalazione non viene comunque tralasciata dai carabinieri, al lavoro sotto le direttive del comandante della Compagnia di Taormina, capitano Arcangelo Maiello, per tentare di dare un volto ai componenti della banda visionando anche le immagini delle telecamere di alcune attività della zona. La filiale Intesa San Paolo era stata oggetto di rapina lo scorso 12 dicembre.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.