Lunedì 16 Luglio 2018
Incidente nella centrale piazza Colonnello Interdonato. Vani i soccorsi


Furgone investe un pedone a Nizza: muore un 92enne - FOTO

di Andrea Rifatto | 27/06/2018 | CRONACA

7785 Lettori unici

La vittima in strada

Tragico incidente stradale nel primo pomeriggio di oggi a Nizza di Sicilia. Un pedone che si trovava in piazza Colonnello Interdonato è stato investito da un furgone ed è morto sul colpo. La vittima è Giovanni Battista Russo, 92 anni, nato e residente a Nizza. L'uomo stava attraversando la stradina che corre lungo il perimetro lato est della piazza, quando è stato colpito da un furgone del Servizio Postale, un Fiat Ducato passo lungo, che procedeva in retromarcia, condotto da G. B., 29enne di Nizza: il giovane non si è accorto di aver urtato l'anziano, che è finito sotto il mezzo ed è stato trascinato sul selciato per circa tre metri: il conducente si è reso conto di quanto accaduto solo quanto ha notato a terra davanti a sè la stampella con la quale il 92enne deambulava: a quel punto ha stoppato il mezzo ma, probabilmente preso dal panico, ha imboccato la traversa che conduce al lungomare, parcheggiando lì il furgone per tornare a piedi in piazza Interdonato. Per Russo, però, non c'era ormai nulla da fare. A Nizza è giunta l'ambulanza del 118 dal presidio di S. Teresa di Riva: il medico di turno, Ermelinda Cicala e i soccorritori Roberto La Fauci e Antonina Bonura hanno tentato di rianimare la vittima ma senza alcun esito, in quanto nell'impatto e nel successivo trascinamento l'anziano ha riportato politraumi che gli sono stati fatali. Sul luogo dell'incidente sono giunti poco dopo i Vigili urbani, i carabinieri della Stazione di Roccalumera, competenti per territorio e i colleghi di Alì Terme, con i luogotenenti Santo Arcidiacono e Salvatore Garufi. I militari dell'Arma hanno sentito il 29enne alla guida il furgone, che aveva appena lasciato l'Ufficio Postale e stava uscendo dalla traversa come era solito fare. Nei suoi confronti la Procura della Repubblica di Messina ha aperto un fascicolo e scatterà la denuncia a piede libero per omicidio stradale. La salma di Giovanni Battista Russo, che viveva con l'anziana sorella sul corso Umberto I, è stata rimossa solo dopo l'autorizzazione del magistrato di turno, che probabilmente disporrà solo un esame esterno e non l'autopsia visto che sono chiare le cause della morte. In piazza sono giunti anche il sindaco Piero Briguglio e l'ex primo cittadino Giuseppe Di Tommaso.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.