Giovedì 24 Agosto 2017
Bagnante di tre anni di Acireale: rianimato in spiaggia e poi condotto in ospedale


Bambino rischia di annegare in mare a S. Teresa: salvato dal 118

di Andrea Rifatto | 09/08/2017 | CRONACA

6657 Lettori unici

Il tratto di mare dove si è verificato l'accaduto

Un bambino di tre anni ha rischiato di annegare in mare nel pomeriggio di oggi a S. Teresa di Riva, mentre si trovava nello specchio d'acqua antistante Villa Crisafulli-Ragno, al centro del paese. Il piccolo, in villeggiatura con la famiglia proveniente da Acireale (Ct), intorno alle 17 è stato trovato privo di coscienza in acqua dai genitori, che hanno subito dato l’allarme in quanto il figlio non rispondeva. Portato fuori dall’acqua, è stato condotto sulla spiaggia anche con l’aiuto degli altri bagnanti presenti in quel tratto di arenile, che nel frattempo hanno chiamato i soccorsi. Sul posto è giunta l’ambulanza del 118 dalla postazione santateresina con il medico Mariano Morgante e i soccorritori Nunzio Signorino e Gaetano Merlino, che hanno subito avviato le manovre rianimatorie per far riprendere conoscenza al bambino. Dopo la ventilazione il piccolo si è ripreso ed è stato caricato immediatamente in ambulanza per il trasferimento in ospedale. Sul mezzo di soccorso ha vomitato l’acqua ingerita durante la permanenza in mare e una volta giunto al Policlinico di Messina è stato sottoposto ad accurati accertamenti per verificare eventuali danni provocati dalla sindrome di annegamento. Le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni e non è in pericolo di vita. Il tratto di spiaggia dove si è verificato l’accaduto non è coperto dal servizio di salvataggio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.