Mercoledì 22 Novembre 2017
Il presidente Di Cara ritiene di vitale importanza la sicurezza soprattutto delle scuole


Verifica sismica degli edifici pubblici, l'Unione dei Comuni stanzia 40mila euro

di Andrea Rifatto | 16/05/2017 | ATTUALITÀ

1378 Lettori unici

Fabio Di Cara, presidente dell'Unione dei Comuni

“La sicurezza, soprattutto delle scuole, è di primaria importanza e non si poteva non essere sensibili a tale necessità”. Il presidente dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, Fabio Di Cara, commenta così la delibera approvata dalla Giunta da lui presieduta, riunitasi a Roccalumera, con la quale sono stati stanziati 40mila euro, assegnati al responsabile dell’Area tecnica, per la verifica della vulnerabilità sismica degli edifici strategici ricadenti negli undici comuni facenti parte dell’Unione e ricadenti un un’area ad alto rischio sismico, ossia Antillo, Casalvecchio, Forza d'Agrò, Furci, Limina, Mandanici, Pagliara, Roccafiorita, Roccalumera, Sant'Alessio e Savoca. “Ancora una volta l’Unione, in questo anno di mia presidenza, sta dimostrando di volere dare segni concreti di efficienza e validità dell’organismo sovracomunale – commenta Di Cara – concentrandosi su quelle che sono le esigenze serie e i servizi comprensoriali che spesso i singoli Comuni non sono in grado di affrontare. Dall’aprile 2016 ad oggi non è stato erogato alcun contributo per manifestazioni ma si sono presi solo impegni di spesa per esigenze e servizi comprensoriali che difficilmente i comuni avrebbero potuto affrontare con proprie risorse. Per la prima volta da quando è sorta – aggiunge il presidente – l’Unione dei Comuni non è stata utilizzata come fonte di feste e sagre bensì come strumento di programmazione a servizio del territorio. Tutto questo grazie anche alla serietà degli assessori componenti della Giunta”. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.