Mercoledì 15 Agosto 2018
Incontro pubblico per esaminare il documento approvato in Consiglio comunale


Sant'Alessio, tasse arretrate a rate: i cittadini propongono modifiche al Regolamento

di Andrea Rifatto | 10/02/2018 | ATTUALITÀ

502 Lettori unici

L'incontro in municipio

Riscontri positivi a Sant’Alessio dall’incontro pubblico in municipio per illustrare il nuovo Regolamento per la rateizzazione dei tributi comunali e dei canoni del servizio idrico, approvato in Consiglio comunale dalla maggioranza nelle scorse settimane. L’Amministrazione comunale, dopo il passaggio in Aula, ha voluto incontrare i cittadini per spiegare le modalità con cui versare i tributi pregressi (Tares, Tari, Imu, Tasi, Tosap, canoni acquedotto) e ha raccolto anche suggerimenti e proposte utili a migliorare ulteriormente il Regolamento, giunte dagli alessesi tra cui anche i componenti del Comitato Pro S. Alessio. All'incontro erano presenti il sindaco Giovanni Foti, l'assessore Giuseppe Pasquale, il presidente del Consiglio Domenico Aliberti, consiglieri Alessio Fichera e Alessandra Marisca e la segretaria comunale Antonella Li Donni. “Gli alessesi presenti hanno proposto di ridurre l’importo minimo della prima rata dal 20 al 10% - spiega il presidente Aliberti, promotore del Regolamento – e di essere obbligati alla presentazione di una polizza fideiussoria, prevista per i pagamenti in massimo 60 rate per debiti oltre 20mila euro, solo per la quota eccedente i 30mila euro. Suggerimenti che verranno esaminati dalla commissione consiliare bilancio – prosegue Aliberti – e portati in Aula per essere sottoposti al Consiglio, che dovrà eventualmente procedere a modificare il Regolamento di rateizzazione”. Ciò avverrà entro fine mese, quando il Civico consesso verrà convocato da Aliberti con altri argomenti da portare all’ordine del giorno. “È fondamentale che i cittadini capiscano l’importanza di versare i tributi, perché si tratta di introiti che il Comune utilizza per coprire i costi dei servizi – ha aggiunto il presidente – e una diminuzione delle entrate rischia di incidere sulla qualità dei servizi stessi con ricadute negative su tutta la cittadinanza”. Il Regolamento per la rateizzazione dei tributi è stato votato solo dalla maggioranza in quanto l’opposizione ha abbandonato la seduta contestando le modifiche apportate con un emendamento del presidente del Consiglio, che ha previsto tra l’altro la cancellazione dell’articolo che ammetteva al beneficio della rateizzazione solo coloro che si trovano in condizioni economiche svantaggiate. “In questo modo si vuole solo attrarre denaro alle casse comunali a prescindere dalla considerazione dello stato dei cittadini e dagli opportuni distinguo tra chi non ha voluto pagare e chi non ha potuto” – aveva detto in Aula il capogruppo di opposizione Concetto Fleres, a cui aveva risposto il sindaco spiegando come il regolamento punti a recuperare entrate nel rispetto dei principi di lealtà e collaborazione con tutti i cittadini di Sant’Alessio e che l’apertura a tutti senza distinzioni riprende una linea di condotta adottata dal legislatore statale, che ha previsto l’istituto della rottamazione per recuperare cassa, a prescindere da situazioni soggettive dei contribuenti, a tutela della Pubblica Amministrazione.

L’incontro pubblico è stata anche occasione per presentare la dottoressa Mimma Rita Anzalone, responsabile dell’Area Economico-Finanziaria del Comune di San Teodoro, nominata esperto del sindaco Giovanni Foti in materia economico-tributaria per effettuare una puntuale regolamentazione del settore tenuto conto anche dle ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario. L’incarico le è stato affidato fino al 30 aprile, con un compenso mensile lordo di 1.000 euro. Al termine dell’incarico la dottoressa Anzalone potrebbe essere nominata responsabile dell’Area Economico-Finanziaria del Comune di S. Alessio, incarico svolto attualmente dalla segretaria Li Donni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.