Sabato 26 Maggio 2018
Vertici provinciali e locali dell'Arma all'apertura della mostra al Palazzo della Cultura


S. Teresa, inaugurato il piccolo "museo" storico dei Carabinieri

di Andrea Rifatto | 12/05/2018 | ATTUALITÀ

533 Lettori unici

Foto di gruppo all'inaugurazione della mostra

Inaugurata ieri pomeriggio a S. Teresa di Riva la mostra di pezzi storici dell’Arma dei Carabinieri, allestita dall'Associazione nazionale dei Carabinieri di S. Teresa al Palazzo della Cultura-Villa Crisafulli Ragno. A tagliare il nastro il sindaco Danilo Lo Giudice, il comandante provinciale dell’Arma, colonnello Iacopo Mannucci Benincasa e Diego Cavallaro, figlio del sottotenente Giovanni, morto nell’attentato di Nassirya del 2003 e a cui sarà intitolata la sezione santateresina dell’Associazione. A fare gli onori di casa i militari dell’Arma in congedo guidati dal vicebrigadiere Francesco Musicò. Presenti anche il comandante della Compagnia Carabinieri di Taormina, capitano Arcangelo Maiello, e il comandante della Stazione di S. Teresa, luogotenente Maurizio La Monica. L'esposizione nella sala grande al piano terra del Palacultura, benedetta dal viceparroco di S. Maria di Portosalvo, John Mwashimaha, contiene cimeli, uniformi, documenti, fotografie, giornali e buffetterie dell'Arma, provenienti dal Museo storico di Palermo, e attraversa tutta la storia dei Carabinieri fin dal 1860, quando giunsero in Sicilia con Garibaldi ed è stata allestita dal generale di brigata Michele Di Martino, responsabile del Museo storico e ispettore regionale dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Un piccolo museo, apprezzato da tutti i presenti, che rimarrà disponibile per i visitatori fino al 26 maggio, aperto dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30. Il vicebrigadiere Musicò ha poi fatto visitare ai vertici dell'Arma i locali dell'Associazione, al piano superiore del Palazzo della Cultura, illustrando le attività svolte dai carabinieri in congedo sul territorio.

“Ringrazio il colonnello Benincasa che ci ha onorato della sua presenza oltre che il capitano Maiello di Taormina e l’amico Diego Cavallaro – ha detto nel suo breve intervento il sindaco – e un grazie di cuore anche al comandante La Monica, che insieme al presidente della sezione Musicò e a tutti i componenti dell’Associazione ha curato l’organizzazione di questo evento che vivrà due momenti importanti nelle giornate del 25 e 26 maggio alla presenza, per la prima volta nella nostra comunità, della Fanfara dei Carabinieri di Sicilia”. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.