Venerdì 28 Aprile 2017
Nuovo guasto alle lampade led. Nei mesi scorsi già sostituite 14 armature


S. Teresa. Illuminazione ancora in tilt sul lungomare

di Andrea Rifatto | 08/01/2017 | ATTUALITÀ

781 Lettori unici | Commenti 1

Uno dei lampioni rimasti senza lampada

Ancora problemi per l’impianto di pubblica illuminazione sul lungomare Falcone-Borsellino di S. Teresa di Riva. Dopo le 14 lampade a led andate in tilt a metà novembre nella zona nord, tra le vie Landro e Delle Fabbriche, sono saltati altri sei lampioni all’estremità sud della via marina, nel quartiere Barracca. Il guasto ha lasciato parzialmente al buio la zona a causa delle lampade rimaste spente e dopo alcuni giorni il Comune è intervenuto provando a capire se fosse possibile effettuare la riparazione degli apparecchi. Anche in questo caso, però, come già accaduto due mesi fa, le armature led da 113 watt sono rimaste danneggiate irrimediabilmente, probabilmente a causa di uno nuovo sbalzo di tensione verificatosi sulla rete elettrica che ha fatto sì che la corrente sopraggiungesse superando il limite massimo di 220 volt tanto da bruciare le lampade. Le armature elettriche ormai inutilizzabili sono state quindi smontate in attesa dell’arrivo delle nuove e nel frattempo si è cercato di correre ai ripari installando una lampada provvisoria per illuminare, seppur in maniera insufficiente, il tratto di lungomare in questione. In occasione dei problemi verificatisi nel quartiere Bucalo, l’Ufficio tecnico comunale aveva contattato la ditta di Milano che nel maggio scorso ha fornito le lampade ottenendo la sostituzione in garanzia dei 14 apparecchi, senza dover sostenere nuove spese per acquistarli ma solo per le operazioni di rimozione e montaggio, concluse a metà dicembre. I guasti si stanno verificando a pochi mesi dal completamento dell’intervento di sostituzione dei 144 vecchi corpi illuminanti a ioduri metallici del lungomare di S. Teresa con le nuove armature stradali con tecnologia led, evidentemente molto sensibili agli sbalzi di corrente. Lavori costati complessivamente 65mila euro, di cui 37mila per la fornitura delle lampade e 27mila per i lavori di rimozione dei vecchi apparecchi e l’installazione dei led sui pali esistenti, rimessi a nuovo anche con un intervento di pitturazione.


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 08/01/2017 alle 13:37:51

170÷260 VAC (Rete pubblica): queste sono le caratteristiche dell'armatura stradale! Se lo sbalzo di tensione supera questi valori è il fornitore dell'energia elettrica a dover a dover risarcire il danno. Forse sono difettose le armature! ... o c'è qualche falso contatto dovuto all'installazione. Non è normale una tale moria.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.