Giovedì 24 Agosto 2017
Il sindaco Danilo Lo Giudice ha risposto all'interrogazione della minoranza


S. Teresa. "Il vicecomandante dei Vigili non serve, inutile alimentare lotte"

di Andrea Rifatto | 07/08/2017 | ATTUALITÀ

1266 Lettori unici

Il sindaco Danilo Lo Giudice in Consiglio

“Non vi è l’obbligo né la necessità di istituire la figura del vicecomandante della Polizia municipale”. Ha risposto così l’Amministrazione comunale di S. Teresa di Riva all’interrogazione presentata dal gruppo di minoranza, che ha fatto presente al sindaco Danilo Lo Giudice come tale figura non sia prevista nella dotazione organica e nel Regolamento generale sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi, che prevede che in caso di vacanza, di assenza o di impedimento di un direttore di Area le relative funzioni siano affidate ad altro direttore oppure ad altro dipendente appartenente alla categoria immediatamente inferiore, mentre viene menzionata nel Regolamento di Polizia municipale, dove è previsto che il comandante sia sostituito dal vicecomandante, dall’addetto con qualifica più elevata e a parità di qualifica dal più anziano. In Consiglio il capogruppo d’opposizione Antonio Scarcella ha ribadito come il vicecomandante sia una figura necessaria in una cittadina come S. Teresa: “Esiste in tutti i corpi di polizia e a nostro avviso bisogna istituirla anche se non vi è l’obbligo, per poter adempiere a tutti i compiti di polizia stradale, amministrativa, giudiziaria. Ma prendiamo atto con rammarico che non vi è la volontà di farlo. Il sindaco Lo Giudice ha risposto leggendo la relazione stilata dal comandante dei Vigili, il capitano Diego Mangiò, che ha ribadito come non via sia l’obbligo della nomina del vicecomandante. “Tutti gli ispettori hanno sempre svolto il ruolo egregiamente anche in assenza del comandante e non credo ci sia la necessità di nominare un vice. Ma non è una scelta mia, mi attengo alla decisione di Mangiò – ha detto il sindaco – e questa interrogazione ha il sapere di voler stimolare una lotta all’interno degli Uffici. Io non cedo il passo a questo tipo di provocazioni inutili e strumentali”. Questa mattina il primo cittadino ha riconfermato il capitano Diego Mangiò come direttore dell'Area di Polizia municipale, Controllo e prevenzione territoriale e ambientale fino al 31 luglio 2018, con quattro ispettori capo responsabili dei Servizi: Giuseppe Trimarchi (polizia stradale), Domenico Centorrino (polizia amministrativa e tutela ambientale), Santi Scarcella (polizia giudiziaria) e Giuseppe Rigano (abuvismo edilizio e controllo del territorio). 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.