Domenica 24 Giugno 2018
Concerto della Fanfara e intitolazione della sede al sottotenente Cavallaro


S. Teresa, due giorni di eventi dell'Associazione nazionale Carabinieri

di Redazione | 24/05/2018 | ATTUALITÀ

1258 Lettori unici

La visita dei giorni scorsi nella sede dell'Anc

Due giorni di cerimonie a S. Teresa di Riva organizzate dalla locale Sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, guidata dal vicebrigadiere Francesco Musicò, con il patrocinio del Comune. Si inizierà venerdì 25, alle ore 21, con il concerto della Fanfara dell’Arma dei Carabinieri del XII Reggimento Sicilia, complesso artistico formato da 30 esecutori, che si terrà in piazza Marina Militare Italiana. Sabato 26 è in invece prevista la cerimonia di inaugurazione della Sezione dell’Anc di S. Teresa, che riunisce i carabinieri in congedo, allestita al Palazzo della Cultura-Villa Crisafulli Ragno, con l’intitolazione dei locali al sottotenente Giovanni Cavallaro, originario di Limina e residente a S. Teresa quando perse la vita nel 2003 nell’attentato a Nassiriya, in Iraq, insignito della Croce d'Onore alle vittime di atti di terrorismo o di atti ositili impegnate in operazioni militari e civili all'estero alla memoria. Alle 10 è in programma una santa messa nella chiesa Madonna di Portosalvo, celebrata dal cappellano militare don Rosario Scibilia e concelebrata dal parroco don Agostino Giacalone; alle 11.15 partirà da Portosalvo la sfilata delle Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri presenti e di tutti i partecipanti fino al parco Unità d’Italia e alle 11.40 avrà inizio la cerimonia, con gli interventi delle autorità, la consegna del Tricolore nazionale da parte dell’Amministrazione comunale al presidente Musicò, l’alzabandiera e lo scoprimento della targa commemorativa installata su Villa Crisafulli-Ragno. Saranno presenti, tra gli altri, il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Iacopo Mannucci Benincasa; il comandante della Compagnia di Taormina, capitano Arcangelo Maiell; il comandante della Stazione di S. Teresa, luogotenente Maurizio La Monica; i familiari del sottotenente Cavallaro, tra cui il figlio Diego, le autorità comunali e altri ospiti.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.