Mercoledì 13 Dicembre 2017
L'episodio nel plesso di Cantidati. Il sindaco rassicura e annuncia verifiche


S. Teresa, crolla controsoffitto a scuola: genitori preoccupati portano via i figli

di Andrea Rifatto | 28/11/2017 | ATTUALITÀ

3234 Lettori unici

Il sindaco a confronto con i genitori

Disagi e preoccupazioni questa mattina nel plesso scolastico di Cantidati a S. Teresa di Riva. Durante la notte è crollata una porzione del controsoffitto al piano superiore dell'edificio, che ospita la scuole dell'Infanzia e Primaria, a causa di un'infiltrazione d'acqua accentuatasi dopo le piogge degli ultimi giorni. A finire sul pavimento un pannello modulare della controsoffittatura, distaccatosi nel corridoio da cui si accede alle aule, insieme ad alcune parti di intonaco del soffitto. A scoprire l'accaduto il personale scolastico all'apertura dei locali, che ha informato i vertici della Direzione didattica e il Comune. In attesa di capirne di più, gli studenti delle quattro classi al primo piano sono stati fatti entrare nelle aule al piano terra. A Cantidati sono giunti nel frattempo una ventina di genitori preoccupati per quanto accaduto e con la volontà di avere chiarimenti sull'episodio, insieme alla vicaria della Direzione didattica, Maria Concetta Muscolino. Nel plesso scolastico è arrivato anche il sindaco Danilo Lo Giudice con i tecnici comunali, che hanno verificato come vi sia stata un'infiltrazione d'acqua dalla copertura piana a tetto dell'edificio e hanno rimosso alcune parti pericolanti del soffitto in cemento armato, ripristinando subito dopo il pannello del controsoffitto.

I genitori si sono detti pronti a non mandare più i figli a scuola se non dovessero esserci le condizioni di sicurezza ma il sindaco li ha subito rassicurati che dopo le prime verifiche di questa mattina saranno attivate tutte le pratiche necessarie per procedere a controlli più accurati. A partire dallo stato di conservazione dell'impermeabilizzazione del tetto, dove potrebbe anche essersi verificata l'otturazione di uno scarico dell'acqua piovana. "In tempi celeri avvieremo tutti gli accertamenti opportuni ma in questo momento non posso dirvi entro quanto interverremo per gli eventuali lavori perchè bisogna prima capire l'entità degli stessi - ha detto Lo Giudice - ma non c'è motivo di essere particolarmente impauriti, la responsabilità dei figli è vostra ma allo stesso tempo è anche mia come sindaco e faremo tutto quanto di nostra competenza". I genitori rimangono comunque preoccupati: "Se fosse successo mentre uno dei bambini si trovava nel corridoio?" si è chiesto qualcuno, mentre c'è chi ha ricordato come già in passato siano state segnalate infiltrazioni d'acqua dal tetto, suggerendo di procedere allo smontaggio dei controsoffitti e ad una verifica dello stato di tenuta dei solai. Alle 10 gli alunni sono stati fatti rientrare nelle aule al piano superiore ma diverse famiglie hanno preferito riportarli a casa e alcune classi si sono praticamente dimezzate.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.