Mercoledì 13 Dicembre 2017
Presentate le istanze di finanziamento per cinque strutture tra centro e frazioni


Roccalumera. Verifiche sismiche sulle scuole, il Comune punta ai fondi regionali

di Andrea Rifatto | 06/12/2017 | ATTUALITÀ

323 Lettori unici

La scuola media "Guido Delle Colonne"

Effettuare le verifiche sismiche su tutti gli edifici scolastici così da avere un quadro chiaro sullo stato di tenuta delle strutture e valutare eventuali interventi di rafforzamento e messa in sicurezza. È l’obiettivo ciò dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gaetano Argiroffi, che punta a ottenere le risorse necessarie grazie a un bando pubblicato dalla Regione. Il Comune ha infatti presentato quattro istanze di finanziamento per partecipare all’avviso dell’Assessorato regionale dell’Istruzione a valere sul Po-Fesr 2014-2020-azione 10.7.1, per la realizzazione di operazione di acquisizione di servizi a regia regionale finalizzati alla costituzione di una mappatura aggiornata del rischio sismico degli edifici scolastici secondo le Linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni approvate a marzo scorso dal Ministero delle Infrastrutture, previa esecuzione delle verifiche previste dall’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 2003. La Giunta ha autorizzato il responsabile unico del procedimento, l’ing. Maria Silvana Giannetto dell’Ufficio tecnico comunale, a presentare richiesta di assegnazione contributo per l’esecuzione di indagini diagnostiche e per l’esecuzione di verifiche tecniche finalizzate alla valutazione del rischio sismico ed aggiornamento della relativa mappatura in cinque strutture: corpo mensa in cemento armato della Scuola primaria “Salvatore Quasimodo” (Centro) e della Scuola dell’Infanzia di Allume; Scuola dell’Infanzia di Sciglio, Secondaria di I grado “Guido delle Colonne” e Primaria di Allume. Tutti edifici scolastici dove non sono state eseguite le indagini previste dall’Opcm del 2003, mentre nella scuola Centro si sta provvedendo con i fondi dell’Unione dei Comuni. Sono ammissibili a contributo il costo relativo all’esecuzione delle indagini e quello per l’effettuazione delle verifiche tecniche finalizzate alla valutazione del rischio sismico degli edifici scolastici e quelle effettivamente sostenute. La dotazione finanziaria dell’Avviso regionale è pari a 25 milioni di euro: il limite minimo del contributo è di 3mila euro mentre il massimo è determinato in funzione del volume totale dell’edificio.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.