Venerdì 20 Ottobre 2017
La ditta incaricata farà una videoispezione della condotta per evitare lo scavo


Roccalumera, rete fognaria bloccata sul lungomare: si cercano le cause

di Redazione | 08/10/2017 | ATTUALITÀ

525 Lettori unici | Commenti 2

I lavori sulla condotta bloccata

Continua a rimanere intasato un tratto della condotta fognaria sul lungomare di Roccalumera. A nove giorni dal blocco registratosi all’altezza di via Casazza, nella zona sud del paese, l’inconveniente, pur essendo tenuto sotto controllo, non è stato ancora risolto. In particolare la ditta incaricata dal Comune sta cercando di capire se la fuoriuscita di liquami sia stata provocata dal cedimento della condotta o dall’ostruzione di un pozzetto. La prima ipotesi sembrava la più accreditata, tanto che martedì scorso il sindaco Gaetano Argiroffi, con propria ordinanza, aveva incaricato un’impresa di effettuare gli scavi per individuare la condotta, situata a circa sei metri di profondità, e ripararla. Nei giorni precedenti gli operai avevano già provveduto a realizzare un bypass, con il supporto di una pompa di sollevamento inserita nel tombino pieno, in modo tale da fare confluire i reflui nel successivo pozzetto e far così scaricare la condotta e bloccare lo sversamento di liquami sulla spiaggia che avrebbe creato problemi di natura igienico-sanitaria. Dopo tale operazione, però, ci si è accorti che il primo tombino dove era stata inserita la pompa di sollevamento continuava a essere vuoto senza che la pompa si allacciasse e di conseguenza i liquami cominciavano a defluire regolarmente. Sono state quindi fatte ulteriori verifiche con una ditta d'espurgo e altre saranno fatte anche nella giornata di lunedì 9 con l'utilizzo di una telecamera per verificare in modo definitivo se la condotta sia rotta oppure intasata di materiale. “Tutto questo – ha spiegato il sindaco Gaetano Argiroffi – per evitare lo scavo a oltre sei metri di profondità con tutte le conseguenze che esso comporta sia dal punto di vista della viabilità, con conseguente chiusura del transito sul lungomare, che economico, stante l'impegno dei lavori da eseguire”. Ieri la ditta incaricata, durante i continui controlli e interventi che sta effettuando per garantire il normale flusso, ha sollevato la pompa pulendola dagli stracci che si erano avvolti dentro, così da garantire in caso di necessità il normale funzionamento della stessa”. Nel frattempo il tratto di lungomare dove si è verificato il blocco alla condotta rimane recintato con una parziale riduzione della larghezza della carreggiata.


COMMENTI

Massimo | il 08/10/2017 alle 19:38:07

Sicuramente qualche mareggiata estiva a danneggiato la condotta , magari qualche controllo nell'esecuzione dei lavori sarebbe stato opportuno , vorrei chiedere ai nostri amministratori della riviera ionica quando metteranno in mora la ditta che ha eseguito i lavori del Metano , sono trascorsi mesi , anni ancora tante strade interne al nostro territorio sono rimaste incomplete con la bitumazione , di chi e la competenza dei cittadini ? Orgoglioso della nostra squadra politica Locale , Regionale , Nazionale !!!! se a governare in questi comuni fossero stati quelli del M5S lo scandalo sarebbe plateale , invece noi siamo fortunati , Viva la Sicilia .

Pietro Amalfi | il 08/10/2017 alle 21:27:51

se noi tutti evitassimo di buttare negli scarichi fognari roba solida pannolini stracci che a contatto con i detersivi si formano dei veri tappi tutto questo non si verificherebe

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.