Venerdì 22 Settembre 2017
Approvato dalla Giunta. Nell'elenco annuale 2017 al primo posto una via di fuga


Nizza, nel Piano delle Opere pubbliche priorità al quartiere Casapinta

di Gianluca Santisi | 19/03/2017 | ATTUALITÀ

1004 Lettori unici

L'ingresso del quartiere Casapinta

C’è la riqualificazione del quartiere Casapinta al primo posto dell’elenco annuale 2017 del Programma triennale delle Opere pubbliche del comune di Nizza di Sicilia approvato nei giorni scorsi dalla Giunta del sindaco Giuseppe Di Tommaso e pubblicato all’albo pretorio a disposizione dei cittadini, che fino all’8 aprile possono formulare osservazioni e proposte. Il piano di intervento, che prevede una spesa di 4 milioni 750mila euro, prevede la realizzazione di una via di fuga nel quartiere, con una strada a margine della ferrovia e attraversamento in sottopasso dei binari. Nell’ordine delle priorità seguono il progetto per il recupero e la ristrutturazione degli edifici scolastici esistenti (un milione 826mila euro) e la sistemazione e la funzionalizzazione dell’auditorium comunale (405mila euro), il progetto per i lavori di realizzazione e gestione della rete di trasporto e distribuzione del gas metano del bacino denominato Jonico (5 milioni); interventi di salvaguardia sul territorio del parco suburbano (600mila euro); completamento degli interventi di restauro e ristrutturazione di un edificio destinato ad attività assistenziale (210mila euro); completamento tiro al piattello (775mila euro); realizzazione delle opere di urbanizzazione e infrastrutture a servizio del piano per gli insediamenti produttivi artigianali e commerciali (3 milioni); completamento strada di penetrazione agricola e di collegamento tra la c.da Landro e la strada comunale Tre Aree (570mila euro); interventi e completamento campo da calcio (1 milione).

“Il progetto di Piano triennale 2017-2019 – ha evidenziato il responsabile dell’Area tecnica, Rosario Porto – è stato redatto sulla effettiva e concreta utilità delle opere previste in rapporto alla situazione complessiva delle strutture esistenti, nel rispetto delle previsioni dello strumento urbanistico (Prg) tenendo conto dell’eventuale esistenza di vincoli a tutela di interessi pubblici e sulle necessità e i fabbisogni ritenuto inderogabili dall’Amministrazione comunale. Le opere finanziate sono poste all’inizio dell'elenco e a seguire sono indicati gli interventi che hanno caratteristiche tali da poter, più probabilmente, essere inseriti in specifici programmi di finanziamento. Infine seguono le altre opere secondo un ordine che tiene conto oltre che della loro utilità, dei livelli di progettazione esistente, dell'importo e della possibilità di un loro finanziamento. Nell’elenco annuale sono stati inclusi i lavori di importo pari a un milione di euro muniti di uno studio di fattibilità approvato, e i lavori di importo pari o superiore a un milione di euro muniti di una progettazione definitiva approvata, con le indicazioni della previsione dei mezzi finanziari necessari per la realizzazione.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.