Mercoledì 15 Agosto 2018
Duecento partecipanti alla camminata in rosso da Furci a Roccalumera


"La donna è un regalo": in marcia contro ogni violenza - FOTO e VIDEO

di Andrea Rifatto | 09/03/2018 | ATTUALITÀ

1474 Lettori unici

"Siamo fragili ma indistruttibili", "Solo un piccolo uomo usa violenza sulle donne", "La donna è un grande regalo per tutti gli uomini". Una marcia per dire ancora una volta no a ogni forma di violenza sulle donne. Sei chilometri e mezzo percorsi per ribadire un messaggio comune: il rispetto verso fidanzate, mogli, madri, amiche. Lo hanno fatto ieri pomeriggio in circa 200 tra giovani e adulti, uomini e donne, partendo dal Centro diurno di Furci Siculo e arrivando sul lungomare di Roccalumera, durate “CamminiAmo in rosso”, marcia organizzata dall’associazione “Al tuo fianco”, che gestisce il Centro antiviolenza di Furci, nella Giornata internazionale della donna. In strada sono scesi sindaci e amministratori locali di diversi comuni della zona jonica, cittadini comuni, studenti delle scuole di Furci e Roccalumera, tutti con un simbolo rosso addosso. “Perché il rosso è il colore del sangue versato dalle troppe vittime di femminicidio ma anche il colore dell’amore – ha spiegato Concetta La Torre, presidente di “Al tuo fianco” – e ciascuno di noi deve lanciare il messaggio comune di rispetto dell'altro e di condanna di ogni forma di violenza”. In testa al corteo i sindaci Sebastiano Foti (Furci), Gaetano Argiroffi (Roccalumera), Sebastiano Gugliotta (Pagliara) e Giuseppe Marino (Alì Terme). All'arrivo a Roccalumera i ragazzi hanno messo in scena un flash mob sulle note della canzone "Break the chain", per spezzare le catene della violenza. Alla marcia ha partecipato anche la Polizia di Stato, con il commissario capo Irene Onolfo della Questura di Messina, responsabile del camper che gira lungo il territorio per portare avanti la campagna contro violenza e femminicidio e che oggi ha fatto tappa a Roccalumera, affiancata dal commissario Antonio Sarno. Presenti anche la Croce Rossa, alcune palestre e scuole di danza del comprensorio. A testimoniare l’importanza di iniziative di sensibilizzazione e informazione, a partir dai banchi di scuole, sono state le dirigenti dell’Istituto comprensivo di Roccalumera, Mirella Guta; dell’Istituto superiore “Caminiti-Trimarchi” di S. Teresa, Carmela Lipari e Graziella Cacciola in rappresentanza del “Salvatore Pugliatti” di Furci, a cui ha fatto seguito l’intervento del sindaco di Roccalumera, Gaetano Argiroffi. Gli studenti hanno letto poesie e testi in difesa delle donne, consegnati poi al commissario Onolfo, mentre gli agenti di Polizia hanno distribuito un opuscolo informativo per contrastare il fenomeno della violenza di genere.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.