Lunedì 18 Giugno 2018
Terza edizione della pedalata di sensibilizzazione: tappe a Nizza e Letojanni


Giro dei due mari con Marzia: in bici per abbattere barriere mentali ed architettoniche

06/06/2018 | ATTUALITÀ

668 Lettori unici

Al via giovedì 7 Giugno la terza edizione del “Giro dei due Mari con Marzia”, pedalata di sensibilizzazione in favore dell’abbattimento delle barriere mentali ed architettoniche e la diffusione della pratica sportiva tra persone con disabilità. Ispiratrice è Marzia, ragazza messinese affetta da un handicap che non le permette di muoversi liberamente e di parlare, ma che non le impedisce di gioire e di stare accanto a chi soffre. Nonostante questa disabilità, infatti, la famiglia di Marzia ha intrapreso un percorso all'insegna della vita attiva e della voglia di stare insieme, piuttosto che rinchiudere la figlia in casa per paura della società che la circonda. Inizia così un progetto di condivisione nel quale, attraverso lo sport, Marzia è potuta crescere in mezzo a tanti amici, abbattendo le barriere della diffidenza, i muri del pregiudizio e della divisione. Oggi Marzia vuole restituire l’affetto ricevuto, ha voluto mettere la sua sensibilità a servizio di chi soffre, di chi è malato. Così grazie all’aiuto del padre Gianni, la mamma Pina, la zia Lucia, la famiglia dell’ASD Cicloturistica Castanea ed il patrocinio dell’ACSI, ha organizzato Il “Giro dei due mari con Marzia” il cui scopo è sensibilizzare cittadini ed istituzioni verso l’abbattimento delle barriere mentali ed architettoniche. Per lei è stata ideata e realizzata una bici speciale, “La Marzia”, a due posti, costruita partendo dall’unione della bici del padre con un triciclo, con la quale può affrontare anche le sfide più ardue del ciclismo su strada e MTB.

E “#abbattiamolebarriere“ è proprio lo slogan del progetto a cui tutti possono liberamente partecipare, aggregandosi alla carovana in gruppo o singolarmente, anche solo per un chilometro. Il percorso è un’avventura di 300km tra i due mari che bagnano la Sicilia orientale: 1^ tappa sarà Castanea – Linguaglossa, con partenza ufficiale da piazza Duomo alle ore 9 del 7 giugno. Linguaglossa – Oliveri la seconda tappa, con la mitica salita di Sella Mandrazzi prevista giorno 8 giugno. Il 9 giugno Oliveri – San Saba chiuderà l’evento con arrivo e festa finale presso l’Oasi Azzurra Village. Una lunga carovana, a cui partecipano tanti amici, sportivi, famiglie. L’intero gruppo incontrerà comunità, associazioni, istituzioni, evidenziando le barriere abbattute nei territori, molte delle quali verranno abbattute e inaugurate proprio all’arrivo di Marzia. Nel gruppo anche handbike, tandem, giovani, senior, amatori e professionisti che anche solo per 1km condivideranno con Marzia i valori del progetto. Nella folla tra tifosi e amici anche tante persone affette da disabilità: lì non per dare coraggio alla ragazza di Castanea, ma per ricavarne, al grido di “io sto con marzia”.

La carovana sarà ospitata giovedì 7 a Nizza e Letonanni. A Nizza il passaggio avverrà alle 11.45 con l'abbattimento di una barriera architettonica sul lungomare: l'Amministrazione del sindaco Pietro Briguglio ha infatti rimosso due ciglioni da un marciapiede. A Letojanni la carovana arriverà alle ore 13,30 in piazza del Mercato. L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Alessandro Costa, ha risposto all’invito formulato dal papà di Marzia, Gianni Raineri ed all’interno dell’arena “Ottorino Biondo” sarà collocata una targhetta sulla scivola che si trova all’ingresso del plesso scolastico. Al primo cittadino verranno consegnati gagliardetto e gadget rinoceronte-abbatti barriere per l'abbattimento di almeno una barriera architettonica entro l'anno. A seguire rinfresco. Anche l’associazione “Leto Free Bike – Piero Leone”, presieduta da Enzo Lo Monaco, aderirà all’iniziativa e percorrerà un tratto di strada insieme al gruppo di ciclisti arrivando tutti insieme a Letojanni.

Dopo le incredibili ed emozionanti edizioni trascorse, Marzia riparte proprio per dimostrare che tutto è possibile, che un “diverso”, un elemento che una società cinica classifica come “scarto”, può invece donare tanto, basta solo un po’ d’amore. Durante l’Estate verrà infine pubblicato un documentario che racconterà le esperienze del progetto, mentre online sono già disponibili video e foto delle edizioni precedenti. Il progetto non si ferma alla tre giorni di Giugno, ma prosegue durante tutto l’anno. Numerose sono le iniziative a scopo sociale che promuovono l’inclusione e la solidarietà che hanno permesso l’abbattimento di numerose barriere architettoniche e donare fondi per la ricerca contro le malattie rare, mettendo così in pratica l’obiettivo del progetto. Tutti i dettagli del progetto sono disponibili sul sito www.girodeiduemariconmarzia.it. E’ possibile seguire il progetto anche sulle piattaforme social Facebook (www.facebook.com/girodei2mariconmarzia ) Instagram, Twitter, YouTube e ognisportoltre.it


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.