Mercoledì 13 Dicembre 2017
Il direttore generale del Cas fissa l’obiettivo. Prosegue il risanamento del tunnel


Galleria Sant’Alessio sull’A18: "Contiamo di riaprirla entro Natale"

di Gianluca Santisi | 01/12/2017 | ATTUALITÀ

857 Lettori unici

Il Consorzio per le autostrade siciliane accelera per la risoluzione delle problematiche che rendono a rischio la circolazione sull'A18 Messina-Catania, in particolare in prossimità delle tratte a doppio senso istituite lungo il versante della frana di Letojanni e nella galleria Sant’Alessio. Come annunciato dal Cas, martedì a Palermo si svolgerà la conferenza dei servizi per l'approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione delle due gallerie paramassi previste a Letojanni e che consentiranno la messa in sicurezza del costone da cui, il 5 ottobre del 2015, si è staccata la frana che ha investito la carreggiata lato monte dell'autostrada. Dopo il via libera da parte degli organi preposti, si potrà procedere allo svolgimento della gara d'appalto e all'avvio dei lavori. Ma la novità del giorno riguarda la galleria Sant’Alessio lato mare, chiusa da maggio 2016 per problemi strutturali, con il traffico dirottato sulla carreggiata opposta e l’istituzione del doppio senso di marcia. I lavori di risanamento della galleria proseguono a ritmo spedito e già prima di Natale la carreggiata potrebbe essere riaperta, anche se inizialmente con la circolazione dei mezzi limitata ad una sola corsia. È questo l'obiettivo fissato dal direttore generale del Consorzio, Salvatore Pirrone.

“Contiamo di riaprire la galleria di Sant’ Alessio – ci ha anticipato – prima di Natale, giorno più giorno meno. I lavori strutturali sono infatti a buon punto e una volta completati sarà possibile far riprendere il passaggio dei mezzi in direzione Messina, ma solo su una delle due corsie di marcia. In questo modo – ha aggiunto Pirrone – la ditta esecutrice dei lavori potrà proseguire gli interventi previsti sull'impiantistica che poi saranno completati definitivamente durante i primi mesi del prossimo anno”. La riapertura della galleria lato mare, consentirà l'eliminazione del pericoloso doppio senso di marcia attualmente in vigore sul tunnel parallelo. Gli interventi in fase di esecuzione, tra cui la chiodatura della calotta e altri interventi per il drenaggio dell’acqua, viste le pesanti infiltrazioni, nella parte finale della galleria, sono stati affidati ad un'impresa dalla provincia di Massa Carrara per un importo di 410mila 287 euro (383mila 207 per lavori e 27mila 079 per oneri di sicurezza) in virtù del ribasso del 33,3390% sull'importo a base d'asta di 574mila 860 euro. La spesa complessiva sostenuta dal Cas ammonta a quasi 663mila euro. Il tratto interessato è di circa 100-150 metri, a fronte dei 996 metri complessivi di lunghezza del tunnel.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.