Lunedì 16 Luglio 2018
Il sindaco Francilia espone i dati contabili dopo il passaggio di cassa con Foti


Furci, "Situazione deficitaria al Comune, serve l'aiuto di tutti"

di Andrea Rifatto | 11/07/2018 | ATTUALITÀ

898 Lettori unici

L'ex sindaco Foti e l'attuale primo cittadino Francilia

“Abbiamo trovato una situazione deficitaria e ci impegneremo per cercare di migliorarla, ma per riuscirci servirà anche il vostro contributo”. Il sindaco di Furci, Matteo Francilia, si rivolge direttamente ai cittadini e illustra lo stato di salute del Comune dal punto di vista economico-finanziario, con un videomessaggio su Facebook dopo la redazione del verbale straordinario di cassa siglato il 4 luglio tra il sindaco uscente Sebastiano Foti e il nuovo primo cittadino. “Crediamo fortemente nella trasparenza” ha aggiunto Francilia, rimandando al documento pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente. Secondo il giornale di cassa della tesoreria del Comune, ossia Unipol Banca, le reversali (ordini di riscossione) dall’1 gennaio all’11 giugno ammontano a un milione 763mila 399 euro di incassate e un milione 746mila 322 da incassare, mentre le riscossioni senza reversali sono un milione 769mila 640 euro. Per i pagamenti, dall’1 gennaio all’11 giugno ne sono stati effettuati per 2 milioni 585mila 819 euro, mentre ne rimangono da fare per 733mila 260 euro; per lo stesso periodo, i pagamenti effettuati senza mandato da regolarizzare sono pari a 948mila 178 euro, per un totale di 3 milioni 533mila 997 euro di pagamenti. Secondo il giornale del Comune, le reversali emesse ammontano a 3 milioni 516mila 911 euro, i mandati di pagamento a 3 milioni 385mila 001 euro, per un differenza di 131mila 910 euro. Sia per le riscossioni che per i pagamenti, le differenza tra i dati della tesoreria e quelli del Comune, rispettivamente pari a 16mila 127 euro e 148mila 796 euro, è data da operazioni variate o caricate successivamente alla data della verifica, come si evince dalle attestazioni rilasciate dal tesoriere stesso e allegate al verbale. All’11 giugno la disponibilità di tesoreria è pari a 636mila 379 euro. “La scopertura di tesoreria all’11 giugno è di 370mila 812 – ha aggiunto Francilia – euro e vi sono fatture da pagare per 650mila euro circa”. Il nuovo governo cittadino dovrà inoltre far fronte al disavanzo di amministrazione del 2016 ammontante a 401mila euro, un buco che lo scorso 31 dicembre, in sede di approvazione del Bilancio di previsione 2017/2019, è stato previsto di ripianare negli esercizi 2017 e 2018 con la riduzione della spesa corrente e la lotta all’evasione tributaria. Dunque proprio per quest'ultimo punto sarà fondamentale la collaborazione dei cittadini nel saldare regolarmente le imposte comunali.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.