Martedì 19 Giugno 2018
Convocato in municipio dal sindaco in vista dell’avvio del porta a porta


Furci, incontro con i commercianti per la raccolta differenziata

di Redazione | 09/01/2018 | ATTUALITÀ

480 Lettori unici

Il sindaco di Furci Siculo, Sebastiano Foti, ha convocato i titolari di attività commerciali e produttive per un incontro, in programma mercoledì 10 gennaio alle ore 15 nell’aula consiliare, al fine di discutere di tempi e modalità del servizio di raccolta differenziata porta a porta. All’incontro saranno presenti i titolari della Lts Ambiente di Sant’Agata di Militello, ditta che dall’1 dicembre gestisce i servizi ambientali a Furci e Roccalumera, comuni dell’Aro Dinarini, e che sta procedendo gradualmente con le varie fasi operative, iniziate la campagna di informazione e di divulgazione delle procedure di raccolta differenziata ai cittadini e agli operatori commerciali. Seguirà la distribuzione dei kit con i vari contenitori per il conferimento differenziato degli scarti davanti le abitazioni e le attività. La ditta conta di portare a regime il servizio di porta a porta entro 90-120 giorni, dunque prima di aprile, con la completa eliminazione dei cassonetti stradali. Il sindaco ha sottolineato l’importanza della presenza degli operatori commerciali all’incontro, visto l’imminente avvio del servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta. Nella fase iniziale verrà attivata la raccolta porta a porta di alcune tipologie di rifiuti (carta e cartone, vetro e plastica), verrà attivato il Centro comunale di raccolta a Roccalumera ma sarà ancora mantenuta la raccolta dei rifiuti indifferenziati con i cassonetti stradali. Nella fase transitoria saranno aboliti i cassonetti stradali e tutta la raccolta verrà effettuata porta a porta o tramite conferimento dei rifiuti da parte dell’utenza presso il Ccr. Non sarà, però, differenziata la raccolta del rifiuto umido (che verrà conferita nel cestello contenente il rifiuto indifferenziato) nell’eventuale difficoltà di individuare un impianto di compostaggio, secondo la programmazione dell’impiantistica che dovrà essere regolamentata della Srr. Nell'ultima fase, quella di regime, verrà individuato un impianto di compost e anche l'umido verrà raccolto in modo differenziato.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.