Venerdì 20 Ottobre 2017
Altro finanziamento dalla Regione grazie ai fondi per la riqualificazione urbana


Forza d’Agrò, arrivano 341mila euro per la manutenzione della caserma dei Carabinieri

di Andrea Rifatto | 12/10/2017 | ATTUALITÀ

774 Lettori unici

La caserma dell'Arma di via De Gasperi

Altro finanziamento in arrivo a Forza d’Agrò. Il dirigente generale dell’Assessorato regionale Infrastrutture e Mobilità, Fulvio Bellomo, ha infatti firmato il decreto che stanzia 341mila 046 euro per i lavori di manutenzione straordinaria della caserma dell'Arma dei Carabinieri. Il progetto esecutivo, redatto dall’Ufficio tecnico comunale e approvato in ultima istanza dalla Giunta il 16 marzo scorso, prevede la realizzazione di opere per 221mila 102 euro, mentre 119 mila 944 sono le somme a disposizione. L’Amministrazione del sindaco Fabio Di Cara aveva partecipato nel 2015 al bando per la riqualificazione urbana pubblicato dell’Assessorato Infrastrutture, presentando un’istanza anche sulla Linea C, riservata alla ristrutturazione di immobili di proprietà degli enti locali in uso alle forze dell'ordine, mentre l’altra richiesta ha riguardato il progetto di arredo urbano e riqualificazione di piazza Carullo e via Santissima Annunziata, finanziato nelle scorse settimane con 930mila euro. La maggiore disponibilità di fondi nel Patto per il Sud ha portato la Regione a far confluire il progetto per la caserma dei Carabinieri sul capitolo “Interventi mirati alla riqualificazione e alla messa in sicurezza degli edifici di valenza pubblica” (presidi di legalità) e a finanziarlo con le risorse del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020.

Sulla struttura di via Alcide De Gasperi, in base al progetto di cui è responsabile unico del procedimento l’architetto Sebastiano Stracuzzi, responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune, si interverrà con opere di miglioramento energetico e di bioarchitettura, consistenti nella sostituzione di tutti gli infissi esterni con nuovi serramenti a taglio termico per migliorare le prestazioni climatiche dell’edificio e anche con piccoli lavori interni che riguarderanno i servizi igienici. Il Comune dovrà adesso, pena la revoca del finanziamento, indire la gara di appalto e consegnare i lavori entro 180 giorni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.