Mercoledì 13 Dicembre 2017
Primo decreto di Musumeci. La metà a Taormina, Giardini, Letojanni e S. Teresa


Fondi per investimenti, dalla Regione 3,5 milioni ai comuni jonici e alcantarini

di Andrea Rifatto | 27/11/2017 | ATTUALITÀ

2388 Lettori unici

Il municipio di Taormina

Il primo decreto firmato dal nuovo presidente della Regione, Nello Musumeci, regala una boccata d’ossigeno ai comuni. Il provvedimento prevede infatti l'approvazione del Piano di riparto del Fondo per gli investimenti dei Comuni per l’anno 2017 e dispone l’erogazione di 113 milioni di euro agli Enti locali. Si tratta di fondi provenienti dal Dipartimento della Programmazione, deliberati e ripartiti dalla Conferenza delle Autonomie locali che si era svolta a ottobre scorso. In quella fase era stata stabilita la griglia dei criteri, adesso sono arrivate le risorse con la relativa copertura. Per i Comuni con popolazione al di sotto dei 5mila abitanti è prevista una cifra di 15 milioni 326 euro, mentre a quelli con popolazione al di sopra dei 5mila vanno 97milioni 673 euro. “Al momento del mio insediamento – ha detto Musumeci - ho assicurato che i Comuni sarebbero stati una priorità per l'amministrazione regionale. Mi fa piacere che il primo decreto riguardi gli Enti locali ma, dopo la formazione della Giunta, dovremo necessariamente avviare nuovi e più corposi interventi. Ai sindaci va il mio personale e rinnovato sentimento di gratitudine per essere i primi nella trincea del confronto con i cittadini”. A Messina arriveranno 3 milioni 434mila euro, mentre per la zona jonica e la valle dell’Alcantara sono stati stanziati in totale 3 milioni 480mila euro.

La ripartizione dei fondi. Taormina riceve 573mila 056 euro, Giardini 535mila 074, Letojanni 230mila 970 euro, S. Teresa 365mila 567, S. Alessio 127mila 822. Seguono Alì 40mila 591, Alì Terme 130mila 675, Antillo 34mila 824, Casalvecchio 35mila 699, Castelmola 44mila 275, Cesarò 76mila 395, Fiumedinisi 45mila 308, Floresta 34mila 629, Forza d’Agrò 30mila 632, Francavilla 92mila 709, Furci 89mila 110, Gaggi 52mila 339, Gallodoro 32mila 865, Graniti 35mila 170, Itala 49mila 215, Limina 33mila 218, Malvagna 32mila 424, Mandanici 25mila 037, Mojo Alcantara 33mila 270, Mongiuffi Melia 26mila 130, Montalbano Elicona 91mila 741, Motta Camastra 29mila 291, Nizza 103mila 253, Novara 44mila 065, Pagliara 50mila 233, Roccafiorita 20mila 645, Roccalumera 82mila 682, Roccella Valdemone 25mila 402, S. Domenica Vittoria 39mila 012, S. Teodoro 29mila 113, Savoca 98mila 145 e Scaletta Zanclea 135mila 046.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.