Mercoledì 13 Dicembre 2017
Raccolta firme per sollecitare la sistemazione del collegamento internet


Disservizi all’Ufficio postale di Misitano, protestano i cittadini

di Andrea Rifatto | 05/08/2017 | ATTUALITÀ

883 Lettori unici

Saglimbene, Maimone, Palella e Santoro

Protesta pacifica questa mattina a Misitano, frazione di Casalvecchio Siculo, per i disservizi che si registrano da tempo all’Ufficio postale. Da mesi, infatti, le attività di sportello rivolte agli utenti non possono essere svolte regolarmente a causa della totale assenza o al malfunzionamento della linea internet Adsl, il segnale debole non consente di portare a termine le operazioni. Ciò comporta notevoli disagi nella popolazione, per lo più anziana, e per gli abitanti delle frazioni montane di Casalvecchio, come Misitano, Rimiti, San Carlo, Giovannella, Due Fiumare e San Filippo, ma anche per Misserio e Fautarì (S. Teresa) e Artale (Furci Siculo), visto che gli utenti raggiungono più facilmente l’Ufficio di Misitano, aperto tre giorni a settimana, piuttosto che quelli della riviera. A farsi promotore della protesta è stato il gruppo consiliare “Per Casalvecchio”, costituitosi recentemente, cha ha avviato una petizione inviata al prefetto di Messina, a Poste italiane, a Telecom Italia, al sindaco di Casalvecchio e al presidente del Consiglio comunale, evidenziando come quello di Misitano sia un ufficio di fondamentale importanza per i bisogni della collettività e chiedendo a gran voce che ognuno agisca per la propria sfera di competenza per risolvere la problematica nell’interesse di tutti. A Misitano questa mattina erano presenti per raccogliere le firme il presidente del Consiglio comunale Carmelo Saglimbene e il consigliere Daniele Maimone del gruppo “Per Casalvecchio”, affiancati dagli ex assessori Carmelo Palella e Salvatore Santoro a cui il gruppo fa riferimento, e il consigliere di minoranza Giovanni Santoro. A firmare la petizione anche il sindaco Marco Saetti, accompagnato dal consigliere Emanuela Triolo, e l’omologo di S. Teresa, Danilo Lo Giudice, per le frazioni Misserio e Fautarì. Il problema dell’assenza di linea internet, che consente a volte di effettuare una sola operazione al giorno vista la lentezza dei collegamenti, pare sia dovuto a un depotenziamento della cabina Telecom a Misserio, a cui si può ovviare sostituendo circa 100 metri di cavo. Lavori per cui serve una gara d’appalto che sta allungando notevolmente i tempi. Nel resto della frazione il segnale Adsl è assente e i residenti per utilizzare internet si possono affidare esclusivamente ad operatori che offrono servizi di connessione wireless.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.