Domenica 24 Giugno 2018
Il sociologo Francesco Pira ne ha parlato con gli studenti del 'Pugliatti' di Furci


Cyberbullismo: "Vite a rischio, utilizzate la Rete con più consapevolezza"

di Andrea Rifatto | 27/02/2018 | ATTUALITÀ

393 Lettori unici

L'intervento del prof. Pira

I giovani usano le tecnologie nel peggiore dei modi, senza consapevolezza di ciò che fanno e non preoccupandosi delle conseguenze, a volte irreparabili. Lo ha evidenziato ieri al Centro diurno il professor Francesco Pira, sociologo e docente di Comunicazione all’Università di Messina, durante l’incontro “Responsabilità, sicurezza, prevenzione, informazione, educazione in rete per dire di no al cyberbullismo”, organizzato dall’Istituto superiore “Salvatore Pugliatti” per prevenire ogni forma di violenza giovanile e mettere in atto azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyber bullismo. Ad ascoltare il professor Pira 120 studenti dei primi tre anni degli indirizzi Turismo e Amministrazione, Finanza e Marketing. Dopo i saluti del sindaco Sebastiano Foti, che ha evidenziato l’importanza della famiglia e della prevenzione oltre che della repressione dei fenomeni, fornendo anche alcuni esempi dall’esperienza di medico, la professoressa Graziella Cacciola, portando i saluti del dirigente scolastico Luigi Napoli, ha rimarcato come in risposta al diffondersi in rete del bullismo, la scuola vuole combatterlo operando in rete con istituzioni, famiglie e associazioni, per creare una coscienza digitale ed educare i ragazzi al sano utilizzo degli strumenti tecnologici e informatici per far conoscere loro i rischi e come difendersi.

“Dovete avere la consapevolezza del mezzo perché si rischiano di rovinare e anche spezzare vite umane” - ha detto poi Pira, mostrando filmati e slide per interloquire con gli studenti, e parlando di privacy ha spiegato come i social network siano ormai luoghi dove gli adolescenti costruiscono la loro identità divenuta fluida, riversando in rete le loro intimità e le loro emozioni. Online finiscono però anche casi di violenza, bullismo, sexiting e al Sud si denunciano ancora poco gli abusi. “Oggi gli adolescenti sono condizionati dagli youtuber e dai fashion blogger“Parlate di qualsiasi problema con chi può darvi una mano – ha esortato il professor Pira – e fate cerchio attorno al vostro amico in difficoltà”. Presenti all’incontro anche l’assessore Rosaria Ucchino, il comandante dei Carabinieri della Stazione di S. Teresa, luogotenente Maurizio La Monica; il vicepresidente dell’associazione “Tamaricium”, Vittorio Gregorio e la past presidenti della Fidapa S. Teresa, Angela Muscolino.

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.