Domenica 24 Giugno 2018
Crolla un costone a Letojanni: lunghe code di mezzi in entrambe le direzioni


Chiusa per frana l'A18 tra Roccalumera e Giardini, traffico paralizzato sulla Statale

di Redazione | 05/10/2015 | ATTUALITÀ

6300 Lettori unici | Commenti 3

La frana sulla A18 a Letojanni

Una nuova frana verificatasi sull'autostrada A18 Messina-Catania al km 32,600, all'altezza di Letojanni, ha portato alla chiusura dalle prime ore di oggi del tratto tra Roccalumera e Giardini in entrambe le direzioni di marcia. Dalla collina di San Giovanni che sovrasta l'arteria, per un fronte di circa 50 metri, sono precipitati sulla carreggiata circa duemila metri cubi di terra e massi che hanno travolto il muro di protezione e totalmente ostruito la corsia in direzione Catania. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Letojanni e la Polizia stradale di Giardini Naxos. I mezzi sono stati deviati sulla Strada statale 114, dove si registrano lunghi incolonnamenti di auto e mezzi pesanti in entrambe le direzioni di marcia: traffico totalmente paralizzato a Sant'Alessio Siculo, dove diversi tir e autobus sono rimasti incastrati nel sottopasso ferroviario alla periferia sud del paese. Disagi per quanti dovevano raggiungere il posto di lavoro, le scuole e l'aeroporto di Catania per prendere un volo. La coda in direzione Catania parte sin dal'autostrada all'altezza dello svincolo di Roccalumera, dove é obbligatorio uscire. Carabinieri e vigili urbani stanno cercando di disciplinare il traffico. 

AGGIORNAMENTI

ORE 8 In direzione Messina la coda, partendo da Sant'Alessio, ha raggiunto Letojanni: per evitare ulteriori intasamenti le forze dell'ordine hanno deciso di far passare auto e tir nella cittadina del Capo a senso unico alternato. Sulla Ss114, tra l'altro, nella notte si sono verificati nuovi smottamenti in contrada Milianó, in territorio di Letojanni.

ORE 9
L'A18 in direzione Messina é stata chiusa allo svincolo di Giardini Naxos (uscita obbligatoria) per evitare che i mezzi si concentrino tutti allo svincolo di Taormina: anche qui si registrano lunghe code.

ORE 10.44
Sulla chiusura dell’A18 è intervenuto con un comunicato ufficiale il Cas. “Nelle prime ore di questa mattina - si legge - è stata disposta la chiusura della tratta autostradale Roccalumera-Giardini Naxos, in entrambe le direzioni di marcia, per un ulteriore smottamento della collina, sovrastante Letojanni, attigua al tracciato autostradale. Il primo scivolamento si era già manifestato lo scorso 2 ottobre con immediati interventi dei nostri uffici tecnici per la messa in sicurezza della viabilità nonché per ogni prima azione utile alla eliminazione del materiale franoso ed al contenimento del costone. A seguito della chiusura della tratta sono stati istituite le uscite obbligatorie di Roccalumera (per gli utenti provenienti da Me per Ct) ed allo svincolo di Giardini Naxos (per quelli provenienti da Ct per Me).  Sono in corso tutti i possibili interventi per ripristinare i luoghi e garantite le condizioni di sicurezza”.

ORE 10.50 Dichiarazione del presidente del Cas Rosario Faraci: "I nostri Uffici Tecnici sono mobilitati, fin dal verificarsi dello smottamento, per tutto ciò che è possibile fare nell’immediatezza. Purtroppo il movimento franoso - determinato dalle condizioni atmosferiche di queste ultime giornate - ha penalizzato gli utenti costretti alla uscita obbligatoria ed a utilizzare la Ss114 con tutte le conseguenze del caso. In atto il Consorzio sta lavorando con il massimo impegno per ristabilire la viabilità e, comunque, ciò potrà aver luogo solo in condizioni di sicurezza".

ORE 12.11 Nota della Prefettura di Messina: "In relazione all'interruzione, dovuta ad una frana, in atto sulla autostrada A18 nel tratto Giardini-Roccalumera, si è tenuta stamane in Prefettura una riunione del Comitato Operativo Viabilità. Dopo approfondito esame della situazione, nelle more di conoscere gli esiti di un accertamento tecnico in corso volto a stabilire l’eventuale possibilità di apertura della carreggiata autostradale a valle, si è convenuto di deviare provvisoriamente il traffico veicolare in transito sulla SS 185 di Sella Mandrazzi che collega Barcellona P.G. a Giardini-Naxos, con ingresso a Giardini per i mezzi provenienti da Catania e con ingresso a Barcellona P.G. per i mezzi che provenendo da Messina e da Palermo siano diretti a Catania".

ORE 13 Domani sopralluogo dell'assessore regionale al Territorio Croce. “Un’emergenza sul territorio che rischia di mettere in ginocchio la costiera jonica, abbiamo pertanto chiesto all’assessore regionale al Territorio Maurizio Croce un pronto intervento e già domani mattina il rappresentante del Governo regionale effettuerà un sopralluogo per capire perfettamente la portata dell’evento”. Lo afferma il capogruppo all’Ars del Pdr on. Beppe Picciolo che ha precisato di aver interessato, per una risposta immediata, anche il rappresentante provinciale della Protezione civile, ing. Bruno Manfré che unitamente ai Sindaci del comprensorio interessato dalla frana effettueranno una ricognizione tecnica per capire il problema e dare risposte immediate alla popolazione, che in queste ore soffre anche causa del traffico autostradale dirottato sulla Statale 114, con gravi disagi soprattutto tra i Comuni di S. Alessio, Roccalumera, Furci, Santa Teresa e Letojanni”.

ORE 18 il traffico sulla Statale 114 scorre senza particolari difficoltà: si registrano rallentamenti nei tornanti di Capo Sant'Alessio e all'ingresso lato sud del paese: tir e autoarticolati trovano infatti qualche difficoltà nel percorrere il sottopasso ferroviario in direzione Messina e vengono fatti passare sulla corsia opposta: in quel tratto si viaggia dunque a senso unico alternato regolato dagli agenti della Polizia municipale. Sulla Nazionale a Sant'Alessio è stato disposto il divieto di sosta.

ORE 18.37 “Basta, intervenga l'esercito. Contro il dissesto e contro questa Regione incompetente siamo in guerra”. Il Movimento Cinque Stelle all'Ars chiede che lo Stato mandi l'esercito a contrastare i crolli che ormai sono l'ordinaria amministrazione nell'isola. “Qui – afferma il deputato Giancarlo Cancelleri – non si tratta di calamità naturale, ma di assoluta mancanza di manutenzione, che non viene fatta per un assurdo rimpallo di responsabilità che il Cas vorrebbe scaricare addosso ai Comuni. E intanto le imprese sono al collasso, mentre la Regione sta a guardare. Noi diciamo basta. Intervenga l'esercito e tolga il pallino di mano a questa gente incompetente ed irresponsabile”. Il M5S chiede pure lo scioglimento del Cas, “un inutile carrozzone che sta in piedi solo per erogare stipendi e non servizi”. “Ricordo – prosegue Cancelleri – che per la Catania-Messina si paga un pedaggio, a fronte di servizi veramente inaccettabili. Aboliamolo".  A suffragio della tesi dello scioglimento del Cas porta alcuni elementi la deputata Valentina Zafarana. “Ci sono – dice Zafarana – almeno ottocento inadempienze da parte del Cas, riguardo a sicurezza, sicurezza delle gallerie, guard-rail, manto stradale e via discorrendo”. Intanto il capogruppo Giorgio Ciaccio ha chiesto al presidente della quarta commissione Giampiero Trizzino di convocare con urgenza in audizione sul tema della viabilità siciliana Il presidente della Regione Crocetta, gli assessori al Territorio e alle Infrastrutture Croce e Pizzo e il dirigente del dipartimento Protezione civile Foti.

 

Le foto della frana e le code di auto sulla Statale e agli svincoli autostradali


Più informazioni: frana a18 letojanni  


COMMENTI

Luciano Mavilia | il 05/10/2015 alle 08:30:04

Nessuna segnalazione quando sono passato io verso le 5.15 da Messina a Roccalumera, arrivato prima di Taormina mi hanno fatto tornare indietro e ovviamente poi tutti fermi nella statale. Nessuno che impediva ai grossi camion e agli autobus di immettersi nella statale visto che si sa che non sarebbero fisicamente potuti passare. Aereo perso per Milano! Denuncia obbligatoria contro l'Anas e perché no anche verso l'assente Polizia Stradale!!

Roberto Piccioni | il 05/10/2015 alle 10:26:41

Veramente scandaloso, nemmeno un cartello per avvisare della chiusura dell'autostrada !!! Aereo perso, e 400€ supplementari per prenotarne un altro per Torino. Denuncia obbligatoria, e direi di unirci tutti !!!

agos | il 05/10/2015 alle 14:46:14

Carabinieri e vigili urbani stanno cercando di disciplinare il traffico. ma dove li avete visti, allo svincolo di roccalumera dalle 7.00 alle 10.30 nn si vedeva nessuno tranne che solo 2 poveri operai della viabilita' che oltre a dire che l'autostrada era chiusa nn sapevano cos'altro raccontare

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.