Martedì 21 Novembre 2017
Avviato un progetto finanziato dal Distretto D32 di Taormina. Aperte le iscrizioni


Asilo nido S. Teresa, nuovi servizi e apertura fino a sera: “Potenziata un’eccellenza”

di Andrea Rifatto | 07/09/2017 | ATTUALITÀ

572 Lettori unici

Annalisa Miano, Danilo Lo Giudice e Leonardo Le Mura

Divenuto un fiore all’occhiello nel comprensorio dopo i lavori di riqualificazione, l’asilo nido comunale di S. Teresa di Riva potenzia ulteriormente l’offerta dei servizi per le famiglie. Lo fa grazie all’avvio di un progetto finanziato dal Ministero dell’Interno al Distretto socio-sanitario D32 di Taormina, che ha ricevuto complessivamente 700mila euro dal Piano azione e coesione “Infanzia” con i quali ha finanziato attività migliorative nelle strutture dedicate ai più piccoli nei comuni di S. Teresa, Savoca, Taormina e Francavilla. L’iniziativa proposta per il nido santateresino, che ospita attualmente 33 bambini e ha capienza fino a 45 posti, ha ottenuto un finanziamento di 213mila 147 euro e ad aggiudicarsi la procedura per l’affidamento dei servizi, alla quale sono state invitate cinque ditte di cui poi tre ammesse, è stata l’Associazione di Solidarietà Familiare Asofa di Gaggi, che ha ottenuto il maggior punteggio presentando la migliore offerta economicamente più vantaggiosa anche grazie ai cinque punti risultati decisivi assegnati per aver già collaborazioni e progetti in essere con il Distretto D32. Il progetto prevede una spesa di 203mila 527 per la retribuzione da corrispondere al personale, 3mila 468 per i pasti da somministrare ai bambini, mentre il costo previsto di 6mila 107 per gli oneri di gestione ed organizzazione (sottoponibile a ribasso) è stato azzerato dalla ditta aggiudicataria che ha proposto un ribasso del 100%. A presentare il progetto sono stati ieri mattina all’asilo nido “Maria Montessori” di via Fratelli Lo Schiavo il sindaco Danilo Lo Giudice, il vicesindaco con delega ai Servizi sociali Annalisa Miano e Leonardo Le Mura, in rappresentanza di Asofa. Presenti anche la responsabile del Servizio Pubblica istruzione-Asilo nido, Rosa Chillemi; la coordinatrice dell’asilo Maria Luisa Ferraro e le operatrici comunali, genitori e bambini.

L’iniziativa ha la finalità di integrare, potenziare e migliorare ulteriormente i servizi ludico-educativi e in particolare le potenzialità cognitive, affettive, relazionali e sociali dei bambini, di età compresa da 3 ai 36 mesi, in sinergia con l’amministrazione comunale e le famiglie, con un sostegno all’offerta di servizi da destinare prioritariamente a famiglie con basso reddito. I nuovi servizi saranno garantiti fino a giugno 2018 e saranno attuati attraverso l’impiego di personale educativo e ausiliario in possesso di titoli, esperienze e competenze specifiche, nel numero di un operatore ogni sei bambini. “L’asilo nido di S. Teresa garantirà il prolungamento dell’orario di apertura (attualmente dalle 8 alle 16) fino alle 21 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle ore 8 alle 12 – ha spiegato Le Mura – e inoltre è previsto un servizio innovativo denominato “Mamma e papà in libera uscita”, ossia la possibilità, nella giornata di venerdì, di ospitare i bambini fino alle 22.30-23 per consentire alle famiglie qualche ora di svago”. Diverse saranno le attività previste: intrattenimento e momenti ludico-didattici, animazione, escursioni didattiche e mensa scolastica, oltre a consulenza psicologica-psicoterapeutica, pediatrica, assistenza a diversamente abili, animazione, gite ed escursioni. Previsti anche momenti formativi del personale di incontro con le famiglie. “Il Distretto D32 ha dimostrato in questa circostanza di saper funzionare – ha detto il sindaco – e grazie al progetto Pac riusciremo a offrire un qualcosa in più in una struttura già all’avanguardia, dove operano ottime educatrici. Fondamentale sarà anche la collaborazione con i genitori, che abbiamo voluto qui proprio per far sì che via sia massima intesa”. Per l’assessore Miano “si conferma la volontà dell’Amministrazione di migliorare i servizi per la comunità e l’asilo nido è uno di questi”.

Per l’iscrizione dei bambini al progetto Pac ieri il Comune ha pubblicato un avviso rivolto a quanti volessero partecipare ai nuovi servizi, che non comporteranno costi aggiuntivi per le famiglie al di là della retta già versata. Le domande possono essere presentate al Protocollo o tramite email all’indirizzo info@comune.santateresadiriva.me.it.

Scarica l'avviso e la domanda di partecipazione


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.