Giovedì 30 Marzo 2017
Prende il posto di Domenico Costa. Rinnovato anche il Consiglio direttivo


Archeoclub Area Jonica, Filippo Brianni eletto nuovo presidente

di Redazione | 10/03/2017 | ATTUALITÀ

1271 Lettori unici

Filippo Brianni

Cambio al vertice dell’Archeoclub Area Jonica. L’assemblea dei soci, riunitasi ieri sera all’Help Center di S. Teresa di Riva, ha eletto all’unanimità come nuovo presidente l’avvocato Filippo Brianni, che prende il posto dell’architetto Domenico Costa, alla guida della sezione jonica dell’associazione culturale a partire dal 2010, che aveva già espresso la volontà di lasciare la presidenza pur mantenendo la disponibilità a collaborare nel Direttivo. Quarantatre anni, avvocato e giornalista di Scifì, frazione di Forza d'Agrò, Brianni è socio di Archeoclub dal 1997, pur non avendo mai ricoperto cariche direttive nell’Associazione, ed è componente dell’Osservatorio dei Beni Culturali dell’Unione dei Comuni Valli Joniche dei Peloritani, da lui presieduto in passato. Eletti anche gli altri quattro componenti del Consiglio direttivo, con due conferme e due nuovi innesti. Domenico Costa, architetto, 51 anni, originario di Limina, presidente uscente dell’Associazione, attualmente dirigente dell’Ufficio tecnico del Comune di Limina; Mario Gregorio, 68 anni, componente del direttivo già da diversi anni, è stato dirigente scolastico presso l’Itis “E. Fermi” di Giarre e prima ancora docente presso il Liceo scientifico di S. Teresa, nonché ex assessore al comune di Roccalumera, dove risiede, componente del direttivo uscente; Annamaria Brancato, 43 anni, laureata all’Accademia d’Arte di Catania, addetta all’Ufficio Turistico del Comune di Savoca, dove risiede, artista, studiosa della storia locale e curatrice di un gruppo Facebook sulla cultura di Savoca; Giulia Lombardo, 22 anni, “new entry” in Archeoclub, studentessa di Lettere all’Università di Messina, originaria di Scifì di Forza d’Agrò, molto legata alla storia ed alla cultura del territorio, nipote di Giuseppe Lombardo, studioso locale scopritore del sito archeologico di Scifì.

Il prossimo 16 marzo il Consiglio direttivo si riunirà per la ripartizione degli incarichi al suo interno e per la definizione delle prime attività. Brianni si è limitato a ringraziare i predecessori, Costa, Mastroeni e Caminiti; ha auspicato “che questo gruppo di soci, di cui sarò coordinatore più che presidente, possa operare in sintonia, a prescindere da ogni carica formale e diventare una squadra coesa in grado di scrivere ancora belle pagine sul territorio”; si è infine detto “onorato di avere la possibilità di fare qualcosa in più per un’associazione che a me ha dato tantissimo, sul piano umano, culturale ed anche professionale”. Brianni è il quarto presidente di Archeoclub. Il primo, nel 1985 fu Massimo Caminiti, alla guida di Archeoclub Val d’Agrò. Successivamente prese le redini Santino Mastroeni, trasformando la sede comprensoriale in “Area Jonica Me” ed il terzo presidente è stato l’uscente Domenico Costa. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.