Mercoledì 13 Dicembre 2017
Il Consiglio comunale si era dichiarato incompatibile con l'approvazione


Alì Terme, il commissario regionale adotta il Prg: ora spazio alle osservazioni

di Gianluca Santisi | 08/10/2017 | ATTUALITÀ

554 Lettori unici

Il Piano regolatore definirà le future linee di sviluppo

È stato adottato dal commissario ad acta inviato dalla Regione il Piano regolatore generale del Comune. Lo ha reso noto lo stesso funzionario regionale, l’architetto Pietro Coniglio. Gli atti e gli elaborati sono adesso disponibili alla libera visione del pubblico per 60 giorni consecutivi, decorrenti dalla data di pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, presso la segreteria comunale di via Francesco Crispi 289. “Fino a dieci giorni oltre la scadenza del periodo di deposito – ha precisato il commissario ad acta – potranno essere presentate osservazioni e opposizioni da parte degli aventi titolo, ai sensi dell’arti. 3 della Legge regionale n.71/1878”. Osservazioni e opposizioni vanno presentate sempre presso la segreteria comunale. Il Consiglio comunale di Alì Terme, lo scorso 8 marzo, si era dichiarato incompatibile con l’adozione del Piano regolatore. Dopo la comunicazione da parte del sindaco Giuseppe Marino, alla fine di aprile l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Maurizio Croce, ha nominato l’architetto Coniglio commissario presso il Comune di Alì Terme. A lui è stato infatti dato il compito di adottare la variante generale del Prg e degli atti occorrenti per la Valutazione ambientale strategica, in sostituzione del Consiglio. L’incarico aveva la durata di tre mesi, prorogabili a dodici con spese interamente a carico dell’Ente aliese e giovedì scorso è stato prolungato fino al 5 gennaio. Nell'ultimo rapporto stilato il 28 settembre, il commissario ha rilevato che nel corso della visita condotta in Municipio il 21 settembre ha constatato l'aggiornamento del verbale di consistenza delle aree destinate ad attrezzature, servizi pubblici, viabilità e la produzione da parte del progettista di un addendum alla relazione generale conseguente alle osservazioni e ai rilievi contenuti nella relazione di istruttoria del responsabile dell'Area Tecnica. Il prossimo passo, trascorsi i 60 giorni per la visione e le eventuali osservazioni, sarà quello della trasmissione a Palermo per l’approvazione definitiva.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.