Lunedì 20 Novembre 2017
Il documento su consumi ed emissioni è stato approvato dalla Commissione europea


S. Teresa, contributo della Regione per il Piano per l'energia sostenibile

di Andrea Rifatto | 11/09/2017 | AMBIENTE

465 Lettori unici

Il municipio di S. Teresa

Con decreto del dirigente generale del Dipartimento regionale dell’Energia è stato concesso al Comune di S Teresa di Riva un contributo di 17mila 037 euro per la redazione del Paes, Piano d'Azione per l'Energia sostenibile, a valere sugli interventi per la realizzazione della misura B.3 Efficientamento energetico (Start Up Patto dei sindaci) Piano di azione e coesione (PAC) III fase-Nuove azioni. Il documento riguarda la riduzione dei consumi energetici, l’abbattimento delle emissioni inquinanti e l’incremento della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili, in modo da contribuire agli obiettivi energetici e climatici “20-20-20” fissati dalla Comunità europea, ossia raggiungere entro il 2020 la riduzione del 20% delle emissioni di Co2, la riduzione del 20% dei consumi energetici e il raggiungimento del 20% della quota di energia rinnovabile. Il Paes del comune di S. Teresa è stato redatto a fine 2014 dai tecnici della Gem (Green Energy Med), associazione temporanea di professionisti composta dagli ingegneri Francesco Caminiti, Franz Oliva, Nikol Turnaturi e dal dottor Salvatore Spartà, rappresentante della Logis Srl.

Trasmesso al Comune, il Paes è stato approvato dal Consiglio comunale il 23 gennaio 2015 e poi inviato alla Commissione europea, che l’ha esitato favorevolmente. Con l’arrivo del contributo regionale, nella misura del 40% dell’importo complessivo (6mila 814 euro) il direttore dell’Area Pianificazione e Gestione del Territorio, Francesco Pagano, ha provveduto a liquidare i compensi ai professionisti incaricati, pagando le relative fatture per l’importo di 2mila 839 euro ciascuno agli ingegneri Caminiti, Oliva e Turnaturi mentre a Spartà sono andati 8mila 518 euro, per un totale di 17mila 037 euro. Il pagamento delle spettanze consentirà al Comune di poter richiedere al Dipartimento regionale dell’Energia il saldo del contributo, cosicché la redazione del Paes venga interamente coperta con i fondi regionali. Nel Piano per l'Energia sostenibile sono stati previsti interventi con cadenza annuale dal 2015 al 2020, come la sostituzione del parco mezzi del Comune con veicoli alimentati a metano e l’installazione di lampade a led in sostituzione degli attuali corpi illuminanti presenti sulle vie cittadine. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.