Lunedì 11 Dicembre 2017
Riconoscimento dalla Fee per il percorso virtuoso avviato da docenti e studenti


S. Teresa, Bandiera verde per la sostenibilità ambientale all’Istituto comprensivo

di Andrea Rifatto | 17/09/2017 | AMBIENTE

658 Lettori unici | Commenti 1

La manifestazione “ScolasticAmbiente” al parco "Unità d'Italia"

Dalla Bandiera blu alla Bandiera verde. Il secondo vessillo, dopo quello ottenuto dal Comune per il lungomare e la spiaggia, è stato assegnato all’Istituto comprensivo di S. Teresa di Riva dalla Fee Italia (Foundation for environmental education) nell’ambito del programma internazionale Eco-Schools sulla certificazione per le scuole che promuovono la sostenibilità attraverso l’educazione ambientale e la gestione ecologica dell’edificio scolastico. Uno strumento per la diminuzione dell'impatto ambientale della comunità scolastica e per la diffusione di buone pratiche ambientali tra i giovani, le famiglie, le autorità locali e i diversi rappresentanti della società civile, che ha coinvolto il plesso di S. Teresa in un percorso virtuoso culminato con la certificazione e l’assegnazione della Bandiera verde. Il seminario conclusivo di Eco-Schools si è svolto nel parco “Unità d’Italia” con la manifestazione “ScolasticAmbiente”, che nell’occasione ha visto anche la presentazione del progetto ambientale “Infea” adottato dalla scuola di Sant’Alessio Siculo.

“Un altro importante riconoscimento per la nostra comunità grazie all'attività del Comprensivo avviata contestualmente al percorso della Bandiera blu – ha detto il sindaco Danilo Lo Giudice – ringrazio la preside Enza Interdonato per la grande sensibilità ma soprattutto per accettare sempre di buon grado le nostre proposte”. “Il progetto Ecoschools è stata un’esperienza formativa interessante ed arricchente per gli studenti della “Petri” – ha evidenziato la dirigente Interdonato, che ha ringraziato il Comune per il patrocinio, il responsabile “Infea” della Città metropolitana, Giuseppe Cacciola, le docenti coordinatrici Domenica Crupi, Enza Fiasco, Rosaria Santoro, Rosamaria Rigano e Ada Crimi. Presenti alla manifestazione anche Filippo Brianni per Archeoclub Area Jonica, che ha spiegato agli studenti come l'ambiente sia il primo bene culturale evidenziando l'importanza di tutelare la bellezza, la pulizia e il decoro dei luoghi, e la vicepresidente del Consiglio comunale Virginia Carnabuci in rappresentanza dell’Amministrazione di Sant’Alessio. Grazie al progetto Infea agli studenti del plesso alessese effettueranno a breve una visita alle Isole Eolie.


COMMENTI

Pippo | il 17/09/2017 alle 19:50:42

Il miglior paese della riviera e gli altri guardano

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.