Giovedì 30 Marzo 2017
Entrambi i comuni hanno avviato l’iter per individuare un gestore del servizio


Più risparmio e meno rifiuti: case dell’acqua a Scaletta Zanclea e Itala

di Andrea Rifatto | 19/04/2016 | AMBIENTE

1026 Lettori unici

L’avvento delle case dell’acqua “contagia” anche Scaletta Zanclea e Itala. Dopo Giardini Naxos, Letojanni e S. Teresa di Riva, dove gli erogatori sono già in funzione, i due comuni hanno infatti deciso di avviare le procedure per l’installazione di un distributore automatico di acqua potabile all’interno dei rispettivi territori comunali. A Scaletta la Giunta, su proposta del sindaco Gianfranco Moschella, ha approvato lo schema di convenzione per l’installazione di un distributore del prezioso liquido in modo di valorizzare l’acqua potabile distribuita dalla rete pubblica, che sarà erogata ai cittadini, dopo un apposito trattamento di microfiltratura, refrigerata, liscia o gasata a prezzi notevolmente contenuti pari a circa 5 centesimi al litro. La casa dell’acqua, la cui collocazione è stata prevista nell’angolo lato Messina di piazza Stazione, consentirà inoltre di ridurre notevolmente la produzione di rifiuti in plastica da parte dei cittadini, che avranno la possibilità di rifornirsi al distributore anziché acquistare acqua in bottiglia.

Ad Itala l’esecutivo del sindaco Antonino Crisafulli ha impartito le direttive al responsabile dell’Area tecnica affinchè individui un concessionario che provveda all’installazione di un distributore per l’erogazione di acqua microfiltrata refrigerata e gasata, previa approvazione di uno schema di convenzione che regoli i rapporti tra il Comune e il concessionario, che gestirà il servizio per un massimo di otto anni. L’affidamento in concessione, secondo quanto stabilito dalla Giunta, non dovrà comportare costi per l’Amministrazione e dovrà garantire il pagamento da parte del concessionario della tassa di occupazione del suolo pubblico. Con questa iniziativa l’Amministrazione vuole favorire la riduzione dell’utilizzo di bottiglie di plastica per il consumo di acqua minerale, con conseguenti benefici sia in termini di minor quantità di rifiuti da smaltire sia di minor inquinamento determinato dal consumo di energia, acqua e idrocarburi impiegati per la loro produzione. Da qui la scelta di affidare in concessione una porzione di area pubblica in piazza De Gasperi, ad Itala Marina, per collocare un distributore automatico dell’acqua che attinga il prezioso liquido dalla rete pubblica mettendola a disposizione dei cittadini ad un prezzo vantaggioso rispetto all’acquisto dell’acqua in bottiglia, e realizzando allo stesso tempo uno spazio di aggregazione sociale.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.