Venerdì 20 Ottobre 2017
Elenco della Regione. Entrambe ricadono nella Riserva naturale di Monte Scuderi


Due aree di Fiumedinisi e Nizza tra i geositi con interesse mondiale e locale

di Andrea Rifatto | 24/09/2017 | AMBIENTE

1062 Lettori unici

La Riserva naturale "Fiumedinisi e Monte Scuderi"

Due aree della Riserva naturale “Fiumedinisi e Monte Scuderi” sono state inserite dall’Assessorato regionale al Territorio e Ambiente nell’elenco dei geositi ricadenti in aree di riserva naturale per motivi geologici. Con la Legge regionale n. 25 del 2012, “Norme per il riconoscimento, la catalogazione e la tutela dei geositi in Sicilia”, è stato infatti istituito il Catalogo regionale dei Geositi, definiti come quelle località o territori in cui è possibile riscontrare un interesse geologico, geomorfologico, paleontologico, mineralogico o altri interessi connessi con la natura geologica dei luoghi e che, presentando un riconosciuto valore scientifico-ambientale, vanno preservati con norme di tutela specifiche. Il provvedimento firmato dall’assessore Maurizio Croce individua tra i 92 geositi in aree di riserva naturale classificati in Sicilia due siti nella “Fiumedinisi e Monte Scuderi”, riserva istituita nel 1998: “Mineralizzazioni polimetalliche nei marmi e filladi dell'Unità Mandanici-area Torrenti Vacco-Santissima” (interesse scientifico mineralogia), ricadente nel comune di Fiumedinisi, classificandolo con un grado di interesse mondiale, e “Cascata di Vacco” (interesse scientifico geomorfologia) in territorio di Nizza, con un grado di interesse giudicato locale. La graduatoria è stata stilata dalla Commissione tecnico-scientifica dell’Assessorato, che ha stabilito di procedere per gradi all’istituzione dei geositi, dando la priorità a quelli di rilevanza mondiale e nazionale, nonché all’istituzione dei geositi ricadenti all’interno delle riserve naturali istituite per motivi geologici. Il documento abroga la precedente classificazione del 2015, in cui era inserito un geosito della stessa Riserva in territorio di Itala. Nel comprensorio jonico messinese sono oltre 20 i siti di interesse geologico classificati dalla Regione: tra questi a Nizza la “Cascata di Allume” e s Fiumedinisi la “Miniera polimetallica S. Carlo”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.